lunedì 26 dicembre 2011

Minzolini: «Ora capisco Santoro con i suoi ricorsi e tribunali»

L'ex direttore del Tg1, Augusto Minzolini, ha dichiarato alla Zanzara su Radio24: «Sono diventato un azzeccagarbugli, contro la mia natura. Mi hanno proposto di andare a New York, ma per ora non accetto nulla e vado avanti con il ricorso. Devi fare per forza così per difenderti, uso gli stessi metodi dell'azienda. Ora capisco Santoro con i suoi ricorsi e i tribunali. Ha fatto bene. Se me lo avessero chiesto se ne poteva anche parlare, ma hanno applicato per la prima volta una norma che è inapplicabile solo per farmi fuori. Allora mi incazzo e divento un azzeccagarbugli».

In merito all'ex presidente del Consiglio, Minzolini ha detto: «Mentana e Santoro hanno lavorato per Berlusconi, io mai. Ero di sinistra ma dopo l'episodio delle monetine a Craxi al Raphael sono cambiato. Non sopporto i linciaggi di piazza, insieme a quelli mediatici e giudiziari. Berlusconi ha incarnato un processo di modernizzazione che prima non esisteva. Questo l'ho sempre pensato, come ho pensato che fosse un'idiozia ridurlo alla figura del tycoon che controlla l'informazione e dunque vince le elezioni grazie alla tv. Secondo Minzolini invece Berlusconi è stato un rivoluzionario ed è stato sottoposto negli anni a un linciaggio mediatico e giudiziario».

2 commenti:

  1. vergognoso!! semplicemente vergognoso e bugiardo!! MA CHI LO VUOLE A NEW YORK?? MA PER FAVORE!!!

    RispondiElimina
  2. New York è una bella città, perché nn ha accettato? Lui avrebbe vissuto in una bella città e noi anche avremmo avuto una bruttura in meno!

    RispondiElimina

© 2015 Diritto di Polemica