martedì 27 dicembre 2011

Brunetta 'licenziato' per le troppe assenze

Brunetta è stato licenziato per assenteismo. E' stato il capogruppo del Pdl, Stefano Zecchi, a rendere noto il cambio di nome. Ecco cosa Zecchi ha detto: «Decisione assunta considerando con rammarico l'assenza dalle iniziative relative al lavoro del consiglio comunale dell'ispiratore e animatore della Lista originaria, nata per affrontare le elezioni del 2010 a sindaco di Venezia».

10 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. La notizia non è corretta in quanto non è stato licenziato ma è stato solo cambiato il nome della sua lista (Da Lista Brunetta a Lista civica impegno per Venezia) ed è pure vecchia, esattamente del 7/8 novembre.

    RispondiElimina
  3. è per questo che licenziato sta tra virgolette...

    RispondiElimina
  4. quando l'informazione è disinformazione? :)

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Io "brunettiano" proprio no, anzi, lo odio con tutte le forze. Ciò non toglie che le notizie vanno date come si deve, non stile Libero o Il Giornale.

    La notizia che hai scritto si limita ad un'informazione vaghissima e che non spiega praticamente nulla (soprattutto il virgolettato) di quanto successo. Considerando che il fatto è pure di un mese e mezzo fa.

    RispondiElimina
  7. Detto ciò, prendi quello che ho scritto come una critica costruttiva, non fine a se stessa. Non c'era nè voleva esserci supponenza nelle mie parole, ma solo un appunto. Tutto qui :)

    RispondiElimina
  8. Ma è uno scherzo? dov'è il re dei fannulloni e mammone

    RispondiElimina
  9. Secondo me è falso. Forse non riusciva ad arrivare a timbrare il cartellino!

    RispondiElimina

© 2015 Diritto di Polemica