domenica 23 ottobre 2011

Renzi: «E' da criticare la generazione che Sergio Cofferati rappresenta»

Matteo Renzi, sindaco di Firenze, durante il suo intervento al programma «In Onda» di La7, ha dichiarato: «Non Sergio Cofferati come persona, ma la generazione che rappresenta, seppur debba essere ringraziata per tante cose positive che ha fatto, è da criticare perche' ci lascia il debito pubblico più alto d'Europa e i grandi nodi non risolti. Bisogna avere il coraggio di dire che negli ultimi 20 anni tutti i temi su cui adesso l'Europa ci chiede un intervento non li abbiamo affrontati, ma ci siamo semplicemente scannati».

In collegamento video, ha risposto Sergio Cofferati: «Renzi ha fatto sempre e solo il politico, non ha un'attività professionale alle spalle. Ho profondo rispetto per chi fa politica e quindi anche per Renzi, ma le cose che gli ho sentito dire sulle generazioni mi sembrano, senza offesa, deliranti. Persone come Carlo Azeglio Ciampi, Giuliano Amato, vent'anni fa hanno salvato l'Italia dal tracollo».

Di fronte alle parole di Cofferati, Renzi ha ribattuto così: «Ho iniziato a lavorare a sedici anni ho lavorato per mantenermi all'università. Mi sono laureato in 4 anni e mezzo e ho fatto il dirigente d'azienda fino ai 29 anni sono diventato Presidente della Provincia cooptato, e non mi vergogno a dirlo. Mi hanno scelto in base ad un inciucio vecchia maniera».

1 commento:

  1. Renzi....facci un favore....!!!! Non credo tu abbia bisogno di altro....ma se vuoi puoi riempire tu i puntini! Fiorentini attenti alla serpe in seno!!!!

    RispondiElimina

© 2015 Diritto di Polemica