domenica 15 giugno 2014

Papa Francesco contro i corrotti: "Dovranno rendere conto a Dio"

Papa Francesco ha dichiarato in occasione dell'udienza generale di mercoledì scorso: «Un giorno tutto finisce e nessuno può portarsi dall’altra parte il frutto della sua corruzione. Voi pensate che i corrotti, quanti fanno la tratta delle persone umane o i fabbricanti di armi siano davvero felici? Non lo sono. Nell’aldilà dovranno rendere conto a Dio. Non porteranno con sé né soldi, né potere, né orgoglio».


Ed ancora: «Apre il cuore degli uomini alla bontà, alla misericordia, ma il timore di Dio è anche un allarme di fronte alla pertinacia nel peccato. Quando una persona vive nel male, quando bestemmia contro Dio, quando sfrutta gli altri, quando li tiranneggia, quando vive soltanto per i soldi, la vanità, il potere, l’orgoglio, allora il santo timore di Dio ci mette in allerta. Attenzione! Con tutto questo potere, con tutti questi soldi, con tutto il tuo orgoglio e tutta la tua vanità, non sarai felice».


Nessun commento:

Posta un commento

© 2015 Diritto di Polemica