mercoledì 1 gennaio 2014

Grillo: "Su di me cose vergognose. Abbiamo già fatto una rivoluzione"

Beppe Grillo, portavoce del MoVimento Cinque Stelle, ha dichiarato parlando in diretta streaming in occasione del suo "messaggio agli italiani": "Voi sapete un sacco di cose su di me. Magari che dico un sacco di parolacce, che grido, che sono un populista che tende alla violenza, queste cose molto vergognose che si dicono. Ma voglio capire anche voi chi siete: se vi va bene così il Paese, se continuate a votare questi qua. Cercate di andare a prendere le informazioni giuste, perché passano solo le cose che interessano al potere acquisito. Se continuate a votare queste persone perdete ogni diritto di lamentela".

Ed ancora: "Noi abbiamo contro tutti. Ci siamo inseriti in un apparato di partiti e li abbiamo disintegrati. Abbiamo già fatto una rivoluzione, abbiamo già cambiato il Paese e non ve ne state accorgendo, perché le persone quando sono dentro il cambiamento non lo riconoscono. Ma vi garantisco che siamo già cambiati. Se non fosse per noi Berlusconi sarebbe ancora senatore. Abbiamo salvato l'articolo 138 della Costituzione. Ci siamo ridotti lo stipendio, abbiamo rinunciato a 42 milioni di euro. Se volevo soldi, carriera e potere facevo il tesoriere di un partito di 42 milioni di euro. Sono queste le prove che dovete cercare nelle persone: onestà e coerenza".

Nessun commento:

Posta un commento

© 2015 Diritto di Polemica