martedì 31 dicembre 2013

E' bufera sullo spot per occhiali con la poesia di Peppino Impastato - FOTO

E' bufera sullo spot della "Glassing". Il motivo? Al fine di pubblicizzare una nuova linea di occhiali, sono state utilizzate le parole pronunciate da Peppino Impastato sulla bellezza.

A tal proposito, è intervenuto Giovanni, fratello di Impastato: "Quel video è offensivo. Peppino non può essere utilizzato per una pubblicità, come testimonial che invita ad acquistare qualcosa. Lui era contro il consumismo, l'avrei detto chiaramente agli autori di questa iniziativa se mi avessero contattato. Siamo pronti a tutte le azioni quella pubblicità offende il concetto di bellezza che Peppino voleva esprimere quando faceva le sue battaglie contro la speculazione edilizia che stava distruggendo il suo paese, Cinisi".


Ed ancora: "Dico no a questo spot, e vorrei che si aprisse un dibattito. In questi ultimi tempi, in troppi vogliono mettersi al petto la coccarda dell'antimafia. Per ripulirsi l'immagine, per fare carriera, o anche per arricchirsi. La bellezza a cui pensava Peppino era fatta di spontaneità e non di marketing. Era impegno civile e non mercificazione. Per questo la famiglia Impastato ha deciso di donare la casa di Peppino alla società civile, quella casa è oggi patrimonio di tutti. Peppino è di tutti, nessuno può appropriarsi del suo nome". 


Al momento, non vi sono state repliche da parte dell'azienda ma, nel frattempo, il popolo del web è insorto, attraverso commenti negativi sui diversi social network nei confronti della "Glassing".

Nessun commento:

Posta un commento

© 2015 Diritto di Polemica