martedì 5 novembre 2013

Bimba non vuole togliersi il cappotto, la maestra la uccide

Autumn Elgersma, una bimba di tre anni, è stata uccisa dalla maestra che l'ha buttata a terra, procurandole delle fratture al cranio che le sono state fatali. Il motivo? La piccola si era rifiutata di togliersi il cappotto.
L'agghiacciante episodio si è consumato in un asilo di Orange City, nell'Iowa.
Immediate le manette, da parte della polizia, per Rochelle Sapp, responsabile del gesto.
La bambina, dopo aver trascorso due giorni in ospedale, è deceduta giovedì scorso per le gravi ferite riportate al cervello.
Secondo le prime notizie diffuse dai media, il 29 ottobre, immediatamente dopo l’incidente, la maestra aveva contattato telefonicamente i genitori della piccola dicendo che questa era caduta dalle scale. La madre, dopo essere giunta presso l'asilo e dopo aver preso la bambina, l’ha portata immediatamente in un ospedale locale. Da lì è stata trasferita in un centro traumatologico situato a Sioux Falls. I medici della struttura hanno diagnosticato fratture al cranio ed un trauma al cervello. Due giorni dopo, la piccola non è riuscita a sopravvivere.
Solo con l'arrivo della polizia, la maestra ha ammesso il fatto.

Nessun commento:

Posta un commento

© 2015 Diritto di Polemica