venerdì 1 novembre 2013

Berlusconi: "Sento il dovere di stare in prima linea"

Silvio Berlusconi, ex presidente del Consiglio, avrebbe dichiarato a Bruno Vespa nel suo nuovo libro: "E' ancora necessario, in una forma o nell'altra, il mio impegno personale. Nessuno può togliermi il diritto di restare alla guida del movimento che ho fondato, finchè molti milioni di elettrici e di elettori lo vogliono. Sento il dovere di stare in prima linea. Non intendiamo arretrare sulla legge di stabilità. E credo sia giusto che, su tutto (sulla mia vicenda, sulle tasse, sull'economia, sui nostri programmi riformatori), siano gli elettori a potere giudicare noi e i nostri avversari, che, andando avanti così, confermerebbero i loro connotati di 'partito delle tasse e delle manette'. Abbiamo rispettato gli impegni presi con i nostri elettori nel febbraio scorso, quello sulla detassazione della prima casa che noi consideriamo 'sacra' e quello per un fisco meno oppressivo. Per questo non intendiamo arretrare sulla legge di stabilità".

Nessun commento:

Posta un commento

© 2015 Diritto di Polemica