giovedì 24 ottobre 2013

A Montecitorio vogliono 1.000 euro in più per le ex festività

1000 euro in più per 1.500 lavoratori di Montecitorio. I calcoli fanno presto a farsi. Stiamo parlando dell'ingente cifra che i contribuenti italiani si ritroveranno a pagare in più ogni anno. Il motivo? I lavoratori, dagli uscieri ai politici, sono inferociti per la soppressione delle feste di San Giuseppe, Ascensione, Corpus Domini, Ss Pietro e Paolo, per le quali non hanno goduto, negli anni scorsi, del pagamento a loro dire "dovuto".
L'Espresso scrive: “I dipendenti del Palazzo possono contare anche su un monte ore, determinato dagli straordinari (non retribuiti per contratto), che può essere sfruttato anche per giornate intere di relax a casa. Conti alla mano, grazie ai meccanismi di anzianità, c’è chi si ritrova con 50 giorni di ferie e 100 ore da recuperare (cioè, altri 12 giorni a casa) più 1.000 euro le festività soppresse.

 

Nessun commento:

Posta un commento

© 2015 Diritto di Polemica