giovedì 31 ottobre 2013

Dario Fo attacca: "La Santa Sede rifiuta il mio spettacolo su Franca"

Dario Fo ha attaccato: "La Santa Sede, proprietaria dell’Auditorium Conciliazione di Roma, non ci autorizza a procedere con la rappresentazione del testo (commemorativo) di Franca. Hanno dichiarato: ‘Niente palcoscenico per Dario Fo e Franca Rame’. E' un autogol terrificante da parte della Santa Sede, proprietaria dell’Auditorium Conciliazione non permettermi di andare in scena nel suo teatro. Mi hanno fatto un grande regalo, forse mi vogliono bene, perché così non fanno che farmi pubblicità. Ora tanti teatri a Roma vorranno ancora di più questo spettacolo. Come è successo anche quando ci hanno cacciato dalla Rai. Siamo diventati una delle compagnie che faceva i maggiori incassi in Italia. Curiosamente, proprio oggi mi è anche arrivata la notizia della ristampa del libro di Franca".
Continua a leggere...

Trova la marijuana al posto dello shampoo

Ha trovato 30 gr di marijuana in una confezione di shampoo. Il curioso episodio è accaduto ad un'anziana di 67 anni di Genova. La donna, preoccupata per la presenza di due involucri all’interno di una confezione di shampoo comprata al supermercato, ha richiesto l’intervento della Guardia di Finanza, pensando subito ad un caso di contraffazione od alterazione del prodotto.
Una volta arrivati nell'abitazione della signora, Giunti nell’abitazione della donna i finanzieri hanno aperto i pacchetti, ritrovando al loro interno ben 30 grammi di cannabis. E' stata avviata un'indagine al fine di far luce sulla vicenda. 
Continua a leggere...

Renzo Piano: "Donerò il mio stipendio di senatore a vita ai giovani architetti"

Recentemente, si è svolto un incontro a Palazzo Giustiniani tra Renzo Piano, neo senatore a vita, e Giorgio Napolitano, presidente della Repubblica.
Piano ha dichiarato: "Credo nel ruolo della politica, che viene da polis, città. E credo anche che questa sia la strada giusta per mettere la mia esperienza al servizio del Paese. Un Paese bellissimo, ma proprio per questo motivo fragile e bisognoso di protezione". Ha, inoltre, aggiunto di voler destinare interamente il proprio compenso di Senatore a vita alle idee e ai progetti dei giovani architetti, soprattutto connesse al recupero delle periferie, il vero futuro delle città, e al consolidamento di strutture pubbliche esistenti come le scuole. 
Continua a leggere...

Volantino di una pizzeria: "Sconto a chi fa cori contro i napoletani" - FOTO

Ha fatto molto discutere un volantino postato sul web da una pizzeria pugliese che ha offerto la visione della partita Juventus-Catania, ad una condizione però: "All'interno del locale sono graditi cori di discriminazione territoriale se fatti contro i napoletani. Sconto di 1 euro sulla pizza".
Immediato il vespaio di polemiche.
Continua a leggere...

mercoledì 30 ottobre 2013

Crozza: "Voto segreto o palese...siamo il Bel-Paese" - VIDEO

La Copertina del comico genovese Maurizio Crozza a Ballarò (29 ottobre 2013).
Continua a leggere...

Sexy modelle sponsorizzano bare da morto: il calendario della polemica - FOTO

Il calendario con le modelle nude sulle bare

E' tornato anche per il 2014. Stiamo parlando del calendario della Lindner, azienda di pompe funebri polacca, che è ricorsa, ancora una volta, a questa curiosa iniziativa. Inevitabili le polemiche.
Zbigniew Lindner, titolare dell'azienda, ha spiegato: "Una cassa da morto non è un simbolo religioso, ma un contenitore".

Continua a leggere...

Il deputato che sta a Roma per la gnocca - FOTO

Imbarazzo per Mariano Rabino, onorevole 43enne di Scelta Civica, beccato in un fuori onda a Tgcom24 mentre si confidava con il collega democratico Ernesto Carbone.
"Perché quando vai a Roma non vuoi più tornare a casa? Non per i privilegi, ma per due cose: la gnocca e il tempo. Guarda, in cinque anni a Torino in consiglio regionale, quando ero nel Pd, non ho visto la gnocca che ho visto qui a Roma in sei mesi".
A seguito della diffusione del filmato, Rabino si è giustificato: "Eh, mi hanno registrato illegalmente, mica ho dato la liberatoria. Che poi era una confidenza, mi sono lasciato andare, ho tolto il freno all’inibizione".
Ed ancora: "Se qualche donna si è offesa per il termine irriguardoso, non volevo. Che poi ho detto quello che sanno tutti: nella capitale c’è un bel clima e ci sono le belle ragazze, più che altrove".
Continua a leggere...

La proposta della Mussolini: bagni con vetri trasparenti al Senato

La senatrice Alessandra Mussolini ha proposto che "vengano installati bagni chimici con le pareti trasparenti in aula, in modo che i colleghi di 5 stelle possano controllare se si va realmente al gabinetto",
Il motivo? Il giorno in cui l'Aula del Senato ha iniziato l'esame del decreto Imu, i senatori del M5S hanno protestato con la presidente Linda Lanzillotta per la cadenza delle votazioni giudicata troppo veloce e rilevando come alcuni parlamentari avrebbero votato per i colleghi assenti che si erano giustificati dicendo di essere recati al bagno. 
 
Continua a leggere...

Lo studente che perderà la verginità in pubblico al museo - FOTO

Petteet Clayton ha 19 anni ed è uno studente di arte al Central Saint Martins. Il giovane ha intenzione di consumere il suo primo rapporto sessuale insieme ad un suo amico in una galleria d’arte il prossimo 25 novembre. 
L'atto rientra in un progetto ben preciso denominato “Art School Stole My Virginity”. Si prevede un pubblico tra le 50 e le 100 persone.
Il preside della scuola, però, ha puntualizzato che il progetto non è di natura scolastica.
Continua a leggere...

Kyenge: "Il nemico non è l'immigrato ma l'evasore fiscale"

Cecile Kyenge, ministro per l'integrazione, ha dichiarato in occasione del suo intervento al convegno «Cittadinanza e integrazione: esperienze a confronto», organizzato dall'ambasciata britannica di Roma in collaborazione con The American University of Rome: "Il nostro nemico è chi non rispetta i diritti delle persone, chi non rispetta le regole e questo non c'entra nulla con il colore e l'etnia delle persone. Bisogna spiegare alla gente che chi 'ruba' un posto all'asilo non è l'immigrato che paga le tasse ma l'evasore".

Continua a leggere...

martedì 29 ottobre 2013

Brunetta: "Vespa come Fazio. Stipendi inaccettabili"

Renato Brunetta ha dichiarato ai microfoni di Mix24 in onda su Radio24: "Vespa guadagna 6 milioni. Vespa è come Fazio, è inaccettabile. I milioni di Fazio sono come quelli di Vespa. Prima di tutto trasparenza poi giudichino gli italiani se quei milioni all'anno sono giustificati o no in tempi di crisi. Questo l'ho denunciato già anni fa prendendomi le ire di Vespa".
Continua a leggere...

D'Alema: "Renzi come Virna Lisi, con quella bocca può dire ciò che vuole"

Massimo D'Alema ha dichiarato in un'intervista rilasciata al Mattino: "Non mi pare che al successo mediatico di Renzi corrisponda una straordinaria ricchezza e novità di contenuti. Mi ricorda un po’ quella pubblicità con Virna Lisi, “con quella bocca può dire ciò che vuole”. Salvo poi a dimenticare che in gran parte le cose che ha detto a Firenze sono patrimonio consolidato del Pd. Può darsi che possa sorgere un’altra candidatura, che qualcuno cioè voglia sfidarlo proprio com’è successo tra Bersani e lui. E Renzi non potrebbe sottrarsi a questa sfida, tanto più che andremo alle elezioni con una coalizione, non certo da soli. Il Pd non può avere la presunzione di andare al voto da solo".
Ed ancora: "[Mi aspettavo] qualche spiegazione in più. C’è stato un eccesso del ricorso alla carcerazione preventiva. Sono per la piena salvaguardia dell’indipendenza e autonomia della magistratura, che però deve fare una valutazione attenta della professionalità dei pm nel considerare gli avanzamenti di carriera".
Continua a leggere...

Santanchè contro l'ex gieffino: "Si vergogna di Berlusconi? Si sciacqui la bocca" - VIDEO

Duello tv a "Piazzapulita", in onda su La7, tra Daniela Santanché, esponente del Pdl, e Mattia Mor, ex gieffino e corteggiatore a Uomini e Donne: "Io mi vergogno quando sento dire che Berlusconi è il più grande imprenditore italiano".
La Santanchè ha replicato: "No! Lei deve imparare da Berlusconi! Si sciacqui la bocca!".
La risposta di Mor: "Il 90 percento dell’export italiano è fatto da piccole e medie imprese. Quando io e i miei colleghi andiamo all’estero per esportare con difficoltà dobbiamo scontare un doppio fattore che è dato dall’effetto Berlusconi. L’effetto Berlusconi altro non è che quella risatina di scherno che Merkel e Sarkozy si fecero al vertice di Cannes. Era una risata verso tutto il popolo. Il primo ministro che rappresenta l’Italia rappresenta il popolo. Quindi, quando un’azienda piccola come la mia o anche più grandi cercano di esportare, quando un giovane va a Londra per cercare lavoro dopo la laurea deve fare una doppia fatica da questo punto di vista anche per togliersi quest’aura di ridicolo che gli è messa addosso. Il bello è che la maggior parte delle volte a fare questo doppio lavoro ci riesce perché noi italiani siamo i migliori al mondo come singoli individui. Noi ce la facciamo però non grazie al Paese, ma nonostante il Paese. Nonostante Silvio Berlusconi sia il politico più conosciuto in assoluto. Quando io vado a vendere negli Stati Uniti, in Germania, in Russia, comunque mi trovo di fronte a dei partner che, se si parla di politica, sorridono. Garbatamente, ma sorridono. Questa è una cosa che va valutata bene. L’immoralità e l’inaffidabilità che Berlusconi ha portato nella politica non sono soltanto un fatto moralista di sinistra, ma sono un danno economico per le imprese che devono esportare".
La Pitonessa ha attaccato: "Lei non si vergogna di niente. No! Lei deve imparare da Berlusconi! Si sciacqui la bocca! Ha inventato la televisione commerciale!".
Mor ha chiuso: "La televisione commerciale l’ha copiata dagli Stati Uniti".
Continua a leggere...

Grillo: "Il Paese affonda, tenuto in piedi dalle balle"

Beppe Grillo, portavoce del MoVimento 5 Stelle, ha dichiarato: "Questo Paese affonda alla velocità della luce ed è tenuto in piedi solo dalle balle. Il governo crea instabilità. Tutto il Paese è tenuto in piedi da balle: balle economiche, balle dei ministri che vanno in tv, balle di Letta che va in tv. Ci dovrebbe essere un servizio pubblico che dica a questi 'no, lei sta dicendo una cosa non vera'".
Ed ancora: "Bisogna andare il prima possibile a elezioni. Noi chiederemo agli italiani se si vogliono liberare, una volta per tutte, di questa classe politica che ha distrutto l'Italia. In 6 anni non sono riusciti a modificare al legge elettorale ma ora vogliono fare il super Porcellum per tenere fuori il M5S".
Continua a leggere...

lunedì 28 ottobre 2013

Marina Berlusconi: "Non scendo in politica, rimango nelle mie aziende"

Marina Berlusconi ha affermato: "Non ho mai avuto e non ho alcuna intenzione di impegnarmi in politica. Di fronte alle ennesime voci e a ricostruzioni giornalistiche totalmente lontane da ogni pur minimo collegamento con la realtà. Di fronte alle ennesime voci e a ricostruzioni giornalistiche totalmente lontane da ogni pur minimo collegamento con la realtà, ancora una volta mi vedo costretta a smentire, e nel modo più tassativo: non ho mai avuto e non ho alcuna intenzione di impegnarmi in politica. Per la politica ho grande rispetto, ma amo moltissimo il mio lavoro e le aziende nelle quali sono impegnata da ormai oltre vent'anni. Questo è il mio passato e il mio presente, e questo sarà anche il mio futuro. Vi prego di prenderne atto".
Continua a leggere...

Salvini: "Referendum per escludere gli extracomunitari dai concorsi pubblici"

Matteo Salvini, segretario della Lega lombarda, ha dichiarato: "Promuoveremo un referendum per chiedere ai cittadini italiani l'abrogazione della figura del prefetto, che è un'emanazione odiosa e antistorica ed è il simbolo di tutto quello che non va. Ora se non sei cittadino italiano hai gli stessi diritti e alcuni doveri in meno rispetto a noi".
Ed ancora: "[Il Carroccio] promuoverà un referendum per cancellare il provvedimento del ministro per l'Integrazione [sui concorsi pubblici]".
 
Continua a leggere...

Bossi: "Penso di ricandidarmi alla segreteria della Lega"

Umberto Bossi ha dichiarato: "Penso di [ricandidarmi alla segreteria della Lega al prossimo Congresso]. In giro c’è una montagna di gente che si è spaventata nel vedere quello che è accaduto, le espulsioni e il sospetto che la Lega possa finire mi spingono a tornare per sistemare le cose".
Ed ancora: "Forza Italia? La sola parola Italia mi fa venire l’orticaria".
Continua a leggere...

Stefania Nobile, figlia di Vanna Marchi: "Trattata come una bestia in carcere"

Stefania Nobile, figlia di Vanna Marchi, ha finito di scontare la sua pena di quattro anni per associazione a delinquere e truffa. Ecco le dichiarazioni della Nobile a "Domenica Live" in onda su Canale 5: "Io non sono innocente, ma ho finito di pagare le mie colpe. Odio i pentiti perché‚ per me il pentito è un collaboratore di giustizia che cerca, incolpando gli altri, di non pagare le proprie colpe. Non ho chiesto né patteggiamento, né il rito abbreviato. Io ho affrontato il mio processo andando a tutte le udienze. Merito rispetto per aver scontato la pena".
Ed ancora: "Sentire la sentenza mi fa ancora effetto, e mi sembra impossibile essere riuscita a mettere la parola fine. Sono a favore dell’amnistia, dell’indulto, ma soprattutto sono a favore delle carceri migliori, perché‚ le carceri sono una vergogna. Sono una cosa vergognosa di questo Paese, perché‚ è giustissimo che chi sbaglia paghi, ma c’è modo e modo di pagare. Per pagare non c’è bisogno di essere trattati peggio delle bestie e in condizioni sanitarie paurose. Quando si esce dal carcere non è vero che tutti gli agenti penitenziari sono gentili. Sono stata umiliata in tutti i modi.
Ad esempio, per colpa della mia artrite reumatoide dovevo tenere le manette un po’ meno strette, ma c’è stato chi si divertiva a stringermele di più. Posso dire che io sono stata trattata peggio. Mia madre ed io siano state in carcere a Bologna insieme, nella stessa cella per alcuni mesi insieme poi è stata aggiunta un’altra detenuta. Dopo sono stata spostata e ci siamo scritte diverse lettere nelle quali le raccontavo un sacco di bugie. Non potevo dirle che facevo la doccia con le pareti sporche di escrementi delle altre detenute..non potevo dirle che molte detenute abusavano di tranquillanti e psicofarmaci perché‚ a molti faceva comodo che dormissero..come facevo a raccontarle la verità?.L’insulto più doloroso è stato sentir dire che ho inventato la malattia per uscire dal carcere. Quando sono uscita non sono andata a Courmayeur, ma sono andata in un centro clinico e soprattutto lasciavo lì mia madre, il mio più grande amore della vita".
Continua a leggere...

Siani: "Viva Miss Italia, togliamo altro in questa Italia"

In occasione del suo intervento a "Miss Italia" in onda su La7, Alessandro Siani, comico napoletano, ha dichiarato: "Se proprio bisogna togliere qualcosa in questa Italia, togliamo il finanziamento ai partiti, le tasse alle imprese, questa legge elettorale e quei terreni maledetti della Terra dei fuochi. Si fanno leggi per salvare le banche e non leggi per salvare le vite. Togliamo tutto questo ma non togliamo i sogni a queste ragazze. Viva Miss Italia".
Continua a leggere...

domenica 27 ottobre 2013

Il rapper Siruan ricorda le vittime del Vajont - VIDEO

Dal 9 ottobre è disponibile su YouTube il video del singolo VAJONT, scritto e interpretato dal rapper bellunese Siruan in occasione del 50mo anniversario della tragedia del Vajont che causò più di 1.900 morti con evidenti responsabilità politiche e interessi economici.







Continua a leggere...

Ezio Greggio denuncia il Fatto Quotidiano: "Notizie infamanti"

Ezio Greggio evasione fiscale: denuncia il Fatto Quotidiano

Ezio Greggio si è scagliato contro il Fatto Quotidiano: Al solo scopo di mettermi in cattiva luce di fronte all'opinione pubblica e, non casualmente, proprio alla vigilia del mio rientro alla conduzione di 'Striscia la Notizia' di lunedì 28 ottobre, sono state di nuovo pubblicate dal Fatto Quotidiano notizie relative ad una pretesa verifica fiscale che mi vedrebbe debitore di svariati milioni di euro, nonché ad un elicottero che non rappresenta neppure l'oggetto del predetto accertamento e non ha mai costituito motivo di contestazione nei miei confronti. Peccato che circostanze, cifre, valori e quant'altro contestatomi, sono totalmente privi di alcun fondamento: non lo dico perché così farebbe qualunque contribuente tartassato, ma per la semplice ragione che i fatti stanno totalmente dalla mia parte". 
Ed ancora: "Come ho già più volte precisato e documentato, in Italia ho sempre pagato tutte le tasse dovute fino all'ultimo centesimo e non ho mai evaso. I miei legali stanno chiarendo tutto, con estrema lealtà, all'organismo competente, innanzi al quale, contrariamente a quanto affermato dal predetto quotidiano, non mi avvarrò di alcuna ipotesi agevolata di accordo, né tantomeno di patteggiamenti di alcun tipo: questo perché sono totalmente dalla parte della ragione e la ragione, in quanto tale, non ha mediazioni. Denuncerò ora nelle sedi più opportune non solo gli autori dei comportamenti illecitamente tenuti nel corso di questa vicenda, ma anche coloro che, come il Fatto Quotidiano, senza spirito critico e deontologia professionale, pubblicheranno notizie infamanti, giustificate da puro intento scandalistico".


Continua a leggere...

Rivelati i compensi da capogiro di Bruno Vespa per "Porta a Porta"

Quanto guadagna Bruno Vespa per essere conduttore di "Porta a Porta" ? Lo rivela Repubblica.
"In queste ore, la tv di Stato sta completando i bonifici in favore di Bruno Vespa per il suo contratto triennale come «conduttore, consulente esperto, ideatore, autore di testi». Tra settembre 2010 e agosto 2013, il mattatore di Porta a Porta può contare intanto su 4 milioni e mezzo. Un minimo garantito, chiamiamolo così. Ma il contratto prevede un primo extra per le puntate di Porta a Porta — tutte già in palinsesto — oltre la centesima".
Ed ancora: "In tre stagioni tv, queste puntate ulteriori (pagate ognuna 12 mila euro) procurano a Vespa un surplus di 901 mila euro. Poi ci sono gli “speciali”. Elezioni Americane? Arrivano altri 43 mila euro. Speciale Elezioni? Ancora 43 mila euro. C’è il Venerdì Santo? Una trasmissione di 30 minuti — in prima serata — vale a Vespa un assegno da 30 mila euro. Scrive il capo del Personale: «Il collaboratore ha rifiutato la nostra proposta di contenere il compenso ai 20 mila euro riconosciuti nel passato». Alla fine dei conti — tra prestazioni ordinarie e straordinarie — il giornalista porta a casa 6 milioni 320 mila euro lordi nei tre anni. Ed ora Viale Mazzini rinnova il contratto di Vespa per un’altra stagione «alle medesime condizioni economiche e normative» — scrive sempre il capo del Personale — «con l’eccezione di una piccola riduzione del compenso unitario per le puntate di Porta a Porta eccedenti la centesima".
Continua a leggere...

Pascale: "Berlusconi? Il mio scudo contro il fango"

Francesca Pascale ha dichiarato al settimanale "Gente", a seguito della polemica sorta per le dichiarazioni di Michelle Bonev a "Servizio Pubblico": "Ho uno scudo che mi protegge. Si chiama Silvio Berlusconi. Avevo messo in conto che innamorarsi di un uomo potente può fare male. Lo sapevo fin dai primi mesi ma non immaginavo si potesse arrivare a tanto. Mi sento ferita. Ma so che tutto questo fango non incrinerà il rapporto con Silvio, né offuscherà l'immagine che lui ha di me. Mi sento al sicuro. E ho uno scudo che mi protegge: si chiama Berlusconi".
Continua a leggere...

Miccoli e la frase offensiva su Falcone: "Chiedo ancora scusa"

Durante un'intervista rilasciata al programma "Lucignolo 2.0" in onda su ItaliaUno, Fabrizio Miccoli si è scusato nuovamente per la frase "Vediamoci davanti all’albero di quel fango di Falcone": "Non ho mai sentito la sorella di Falcone. Ho provato a rintracciarla insieme con i miei avvocati e il mio procuratore, ho provato a sentire il figlio, ma mi fu detto che era presto e rispetto i loro tempi. Oggi sono pronto a fare qualsiasi cosa per dimostrarle che quella frase che ho detto non la pensavo. Ma attualmente non ho sentito nessuno. Chiedo ancora scusa per quello che ho detto. Non voglio alibi. Ho detto una frase non pensata. Vorrei organizzare partite benefiche per raccogliere fondi, qualunque cosa. Se la sorella di Falcone volesse, io ci sono. Questa situazione è la cosa più brutta che mi sia capitata nella mia carriera".
Ed ancora: "Ricordo il giorno in cui è uscita la notizia relativa alla mia indagine. Mi sono arrivati 400 sms al telefono. Stavo male, non volevo parlare con nessuno. Ho pianto tutti i giorni successivi all’uscita della notizia. Cancellare tutto quello che di buono ho fatto per una frase detta alle cinque del mattino non è giusto. Ero in macchina con un amico. Una frase involontaria, detta così, in macchina ed è uscita fuori”.
Ed infine: "Ancora oggi non mi spiego come sia possibile che sia successo che questa storia sia venuta fuori. Ma dopo la frase su Falcone prendo tutto ciò che di positivo è venuto in seguito. Andare via da Palermo mi ha fatto male. Nella vita tutti sbagliano. Ma sono riuscito a mettere questa situazione da parte, a ripartire. E’ stato un colpo tremendo. Magari qualcuno mi ha messo davanti a un bivio. Sono un ragazzo fortunato. Avevo preso una strada sbagliata. Mia moglie non mi ha mai abbandonato, nella gioia e nel dolore".
Continua a leggere...

Saccomanni: "La crisi globale è finita"


Fabrizio Saccomanni, ministro dell'Economia, ha dichiarato ospite di Fabio Fazio a "Che tempo che fa": "La crisi globale è finita, ne stiamo uscendo e l'Italia può agganciare la ripresa se i partiti non sceglieranno la strada dell'instabilità politica. Con il premier Enrico Letta ci siamo sentiti ieri e continuiamo a essere ottimisti sulla tenuta del governo perché il danno che l'economia avrebbe dall'irrompere dell'instabilità politica sarebbe talmente forte che le forze politiche non verranno percorrere questa strada".
Ed ancora: "Tra i settori dove è più facile che ci siano sprechi, uno è la sanità: abbiamo deciso con il ministro Lorenzin di non introdurre adesso nessun taglio, ma aspettiamo di concordare con lei un piano complessivo". 
Continua a leggere...

sabato 26 ottobre 2013

Madre strappa i testicoli del figlio di 6 anni e poi li riattacca - FOTO

Jennifer Marie Vargas, mamma 34enne di San Antonio (Texas), dipendente civile nella base militare di Fort Sam Houston, in preda ad un raptus di violenza domestica, ha afferrato i testicoli del figlio di 6 anni verso di sè tanto da quasi strapparli e poi riattaccarli con della pasta adesiva industriale.
Inutile menzionare la gravità della lacerazione provocata al corpo del piccolo. Ora la mamma rischia di scontare 10 anni in carcere.
Il papà del piccolo, arruolato nell’esercito Usa, era tornato a casa dal lavoro e, colpito dalle urla del bambino, una volta preso coscienza di quanto accaduto, lo ha portato subito al San Antonio Military Medical Center. I medici hanno sottoposto il bambino ad un delicato intervento chirurgico. 

Continua a leggere...

Liberation Wrapper: le donne giapponesi potranno spalancare la bocca - FOTO


"Liberation Wrapper". E' questo il nome che è stato dato ad un involucro che permetterà, finalmente, alle donne giapponesi di poter mangiare determinati cibi, ad esempio hamburger, in pubblico.
Infatti, è ben noto che nella cultura giapponese risulta disdicevole spalancare la bocca per mangiare certe pietanze.

Continua a leggere...

L'appello del Codacons: "Eliminiamo l'ora solare"

Il Codacons ha proposto di eliminare l'ora solare e di far valere quella legale tutto l'anno.
"Secondo alcuni studiosi americani lo sfasamento di un'ora determinerà, in un bambino su due, disturbi del sonno. E risintonizzare i ritmi biologici determina un disagio per l'organismo, anche negli individui adulti. In base a una ricerca effettuata dal Codacons nel 2008, l'iniziativa sarebbe condivisa dall'80% degli italiani, stufi dei continui cambi tra ora solare e ora legale".
Ed ancora: "In tal modo si avrebbe il vantaggio di recuperare l'ora di luce anche in inverno, senza subire pero' il costo economico e il disagio legato all'aggiustamento dell'orario: aggiornamenti sistemi informatici, orari dei treni, termostati temporizzati, dvd, agende elettroniche, radiosveglie, orologi nelle auto, problemi nelle transazioni finanziarie, ecc.. Inoltre nel risparmio vanno conteggiati tutti i costi relativi ai problemi di insonnia e sonnolenza che incidono pesantemente sulla produttivita' nella prima settimana lavorativa successiva al cambio. Ricordiamo che in farmacia aumentano anche le vendite di prodotti contro il jetlag".
Continua a leggere...

Genitori le proibiscono di usare Facebook. 17enne si impicca

Aishwarya S. Dahiwal si è suicidata perchè i suoi genitori le avevano proibito di utilizzare Facebook. Così, a 17 anni, si è impiccata al ventilatore del soffitto della sua camera.
Il terribile episodio si è registrato a Parbhani (Maharashtra), in India.  
Il divieto nasceva da una discussione, verificatasi nei giorni passati, con il padre che aveva colto la giovane a "chattare" con degli amici. I genitori avevano paura che la figlia potesse fare brutte esperienze. 
Sunil Dahiwal, padre dell'adolescente, ha spiegato: "Volevo soltanto che si concentrasse sullo studio".
Continua a leggere...

Lezioni di sesso in tv. Ecco in che Paese succede

A partire dal prossimo 3 novembre, in Germania, sul piccolo schermo, arrivano lezioni di sesso. Avete capito bene, si tratta di un documentario, con persone normali, che verrà trasmesso dalle emittenti pubbliche Mdr e Swr. Il tabloid Bild riporta: "Le scene mostrano tutto! Il linguaggio: senza giri di parole! Una cosa è chiara: non è mai stato tanto piccante sulla televisione pubblica". Lo scopo? Arrivare ad avere una vita sessuale appagante e felice. 
Continua a leggere...

Maradona ed il fisco: "Non voglio fare la fine di Sophia Loren"

Diego Maradona ha dichiarato: "Spero di incontrare Sophia Loren per farmi spiegare come ha fatto a essere così forte a combattere una battaglia tanto dura contro il fisco. Quello che non voglio è che mi accadano le stesse ingiustizie e vessazioni che ha dovuto sopportare la signora Sophia Loren, perseguitata per 40 anni a causa di una presunta evasione fiscale che poi hanno scoperto essere stato un errore dell'agenzia per le entrate. State certi che non mi piegherò mai alle ingiustizie del fisco". 
 
Continua a leggere...

giovedì 24 ottobre 2013

1,4 milioni di euro al mese? Troppo pochi per Veronica Lario

1,4 milioni di euro al mese? Troppo pochi per Veronica Lario, ex consorte di Silvio Berlusconi.
Visto il dimezzamento dell’assegno di mantenimento, all’inizio pattuito per più di 3 milioni di euro, l’ex moglie del Cavaliere ha deciso di rivolgersi alla Corte d’Appello di Milano, impugnando la sentenza emessa dal Tribunale di Monza.
 
Continua a leggere...

Renzi: "Non voterei mai Berlusconi"

Matteo Renzi, primo cittadino di Firenze, ha dichiarato ai microfoni di Radio Deejay: "Enrico Letta è saggio e prudente. Con Enrico abbiamo un atteggiamento diverso: lui è più calmo, più tranquillo, più serio, più saggio e prudente. Io sono più radicale. Per me serve una rivoluzioncina in Italia. Il cambiamento necessario su fisco, burocrazia, tema della giustizia, pubblica amministrazione, nel modo di concepire il paese e anche l'establishment finanziario e bancario sarebbe interessante.
[Circa il rinvio a giudizio di Berlusconi per i presunti voti comprati] non me l'aspettavo nessuno può dirlo. Chi è Berlusconi è chiaro, da questo punto di vista lui è molto trasparente e questo è il motivo per cui mai l'ho votato e mai lo voterei. Sono venti anni che parliamo di Berlusconi".
Continua a leggere...

Grillo: "La Costituzione non è carta da culo"

Beppe Grillo, portavoce del MoVimento 5 Stelle, ha scritto su Twitter: "La Costituzione non è carta da culo. Pdmenoelle e Pdl riescono a violentare l'articolo 138 della Costituzione".
Continua a leggere...

A Montecitorio vogliono 1.000 euro in più per le ex festività

1000 euro in più per 1.500 lavoratori di Montecitorio. I calcoli fanno presto a farsi. Stiamo parlando dell'ingente cifra che i contribuenti italiani si ritroveranno a pagare in più ogni anno. Il motivo? I lavoratori, dagli uscieri ai politici, sono inferociti per la soppressione delle feste di San Giuseppe, Ascensione, Corpus Domini, Ss Pietro e Paolo, per le quali non hanno goduto, negli anni scorsi, del pagamento a loro dire "dovuto".
L'Espresso scrive: “I dipendenti del Palazzo possono contare anche su un monte ore, determinato dagli straordinari (non retribuiti per contratto), che può essere sfruttato anche per giornate intere di relax a casa. Conti alla mano, grazie ai meccanismi di anzianità, c’è chi si ritrova con 50 giorni di ferie e 100 ore da recuperare (cioè, altri 12 giorni a casa) più 1.000 euro le festività soppresse.

 
Continua a leggere...

La pubblicità choc della donna-prosciutto. Il web esplode - FOTO

Sta facendo molto discutere, a Capri e dintorni, una pubblicità, di un conosciuto marchio di prosciutti crudi, definita shock.
Si tratta di un cartellone dove compare un corpo femminile disteso a pancia in giù con due fette di prosciutto sul sedere, accompagnato dal seguente slogan "I ham".
Sul web è esplosa la polemica.
Diversi "naviganti" hanno manifestato il proprio dissenso: "Quel lato "b" mercificato trattato come carne da macello, è vergognoso. Il corpo delle donne non è un pezzo di carne". 

Continua a leggere...

mercoledì 23 ottobre 2013

Gubitosi esplode: "Niente Crozza in Rai per colpa della politica"

Paolo Gubitosi, direttore generale della Rai, ha dichiarato in un'audizione davanti alla commissione parlamentare di Vigilanza sulla Rai: "Il caso Crozza è emblematico, non siamo riusciti a chiudere la trattativa per le polemiche sui compensi che hanno creato forte tensione. Si tratta di intromissioni nelle normali regole della concorrenza che rappresentano un'anomalia italiana. Lasciateci competere senza interferenze".
Continua a leggere...

Corey Feldam, star dei Goonies: "Negli anni '80 fui stuprato"

Corey Feldam, una delle star dei Goonies negli anni '80, ormai 42enne, ha rilevato nella sua autobiografia  'Coreyography': "Per i bambini attori, il problema principale di Hollywood è stato, è e sarà la pedofilia. Ero circondato da questa gente e nemmeno lo sapevo. Solo diventando adulto, compresi realmente quello che volevano. Erano degli avvoltoi. [La mamma mi trattava] come un animale, diceva che mi avrebbe ucciso, letteralmente, perché non avevo ottenuto una parte".
Continua a leggere...

Alberto Musy è morto dopo 19 mesi di coma


Morto Alberto Musy a Torino

Alberto Musy, consigliere comunale dell'Udc di Torino, si trovava in coma da 19 mesi, per le  gravi ferite riportate a seguito di un agguato subito in pieno centro il 21 marzo 2012.
Musy fu colpito da un misterioso uomo con un casco con più colpi di pistola nel cortile della sua abitazione.
 



Potrebbe interessarti: http://www.today.it/citta/morto-alberto-musy-torino.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930

Continua a leggere...

Uruguay, ecco la marijuana di Stato: 1 gr a 0.68 cent


Sesso con l'amante sulla tomba del marito nel cimitero di Cimitile, Nola (Napoli)
In Uruguay, chi vorrà consumare marijuana potrà acquistarla per 20 pesos (circa 0.68 cent. di €) al grammo.
Il prezzo è stato fissato appositamente per sottrarre il mercato delle droghe leggere alla criminalità organizzata e per renderlo maggiormente competitivo con quello dell'erba spacciata sulla piazza per quel che riguarda la marijuana paraguayana.




Potrebbe interessarti: http://www.today.it/rassegna/prezzo-marijuana-uruguay.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930
 


Continua a leggere...

Ylenia Citino: l'ex di Uomini e Donne scrive un libro. Berlusconi le scrive la prefazione

Ylenia Citino, ex concorrente di "Uomini e donne", la popolare trasmissione condotta da Maria De Filippi, ha scritto un libro per Sperling&Kupfer «Partiti a tutti i costi», 323 pagine (18 euro) per analizzare «il finanziamento dei partiti dal fascismo ad oggi».
Ylenia Citino è una giovane laureata con lode in Giurisprudenza alla Luiss che ha lavorato per l’ufficio stampa del PdL, prima di dire addio anche alla trasmissione tv per andare all’Ena francese.
Pensate che la prefazione è di Silvio Berlusconi il quale ha scritto a proposito di una riforma dei partiti politici: "Gli italiani che si dichiarano antipolitici, invece di rifiutarli, dovrebbero piuttosto puntare a cambiarli, abrogando il sistema di finanziamento così come l’abbiamo conosciuto. Non basta. Le finanze pubbliche regionali e locali devono subire un esame senza indulgenze e si deve procedere all’abrogazione di ogni erogazione impropria e alla messa in opera di controlli indipendenti». 
La nascita di Forza Italia è la prova concreta che si può fare buona politica anche senza soldi pubblici. Per sconfiggere l'antipolitica, l’unico antidoto è lo stesso del ’94: ricominciare a credere in un sogno, quello della rivoluzione liberale".
Continua a leggere...

Immigrato precario trova portafoglio e lo restituisce al proprietario

Ci troviamo a Silea, in provincia di Treviso, dove un cittadino extracomunitario della Costa d’Avorio, padre di tre figli, lavorato precario, ha ritrovato un portafogli contenente, al suo interno, documenti, assegni circolari ed un considerevole quantitativo di denaro contante, perso da Paolo Fregolent, operatore finanziario locale. Fregolent, per colpa della troppa fretta e della distrazione.
La vicenda è stata resa nota dal protagonista al Gazzettino. L'uomo era disperato e mai avrebbe pensato di ricevere una chiamata dai carabinieri di Roncade: "Il portafogli è stato ritrovato venga a riprenderselo".
Fregolent ha riferito: "Quando me lo sono ritrovato in mano, ho subito verificato se all’interno c’era tutto. Capita sovente che si rientri in possesso dei soli documenti. Invece non mancava nulla. I carabinieri mi hanno spiegato che a rinvenirlo era stato un cittadino extracomunitario della Costa d’Avorio, residente a Roncade. Ho allora chiesto e ottenuto di poterlo incontrare".
Ed ancora: "Quando gli ho chiesto che cosa
l’aveva indotto a quel gesto, mi ha risposto che riteneva di aver fatto una cosa normale, non avendo nemmeno lontanamente pensato di appropriarsi di quanto non gli apparteneva".

Continua a leggere...

Erik: il figlio di un prete pedofilo si racconta alle Iene - FOTO

#PapaAscoltaErik. Questo è l'hashtag che il programma "Le Iene", in onda su Italia1, ha lanciato per far sì che venga diffusa la storia di Erik Zattoni, concepito nel 1980 a seguito dell'abuso da parte di un parroco su una ragazza di 14 anni. 
A causa delle minacce subite visto che la famiglia della giovane viveva in affitto nell'appartamento di proprietà della parrocchia, questa aveva fatto della gravidanza un segreto, almeno fino al quinto mese, quando ancora era possibile nascondere il grembo.
Nel corso dei 33 anni di esistenza di Erik, questo è riuscito ad ottenere attraverso il test del DNA le prove della paternità di don Pietro. "Gli chiederò un risarcimento economico per mia madre".
Continua a leggere...

martedì 22 ottobre 2013

Crozza: "Ecco la destra in Italia dopo Berlusconi" - VIDEO

La Copertina del mitico Maurizio Crozza a Ballarò (22 ottobre 2013)
Continua a leggere...

"Basta con i preti che vivono nel lusso"


Papa contro preti vivono lusso
Victor Manuel Fernández, rettore della Pontificia Università Cattolica Argentina, ha dichiarato in una lunga intervista rilasciata al quotidiano "La Repubblica" a proposito di Papa Francesco.
"Al Papa non piacciono i sacerdoti principi che amano le vacanze troppo costose, le cene nei migliori ristoranti, i preziosi d'oro ostentati sui capi d'abbigliamento...".




Potrebbe interessarti: http://www.today.it/rassegna/papa-contro-preti-vivono-lusso.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930
Continua a leggere...

Maradona e l'ombrello ad Equitalia: "E' un gesto popolare" - FOTO

Diego Armando Maradona ha dichiarato tramite un sms mandato ad Angelo Pisani, suo difensore: "Mi dispiace che si sia creato un malinteso, è un gesto genuinamente popolare ma senza cattiveria e di tante polemiche perché non è mai stata mia intenzione offendere nessuno neppure il fisco. Non sono mai fuggito e non cerco sconti a Equitalia ma ho un legale perché voglio solo giustizia".
Ed ancora: "Il mio domenica era solo un gesto liberatorio in una trasmissione divertente e dimostrerò la verità anche con un libro in tutto il mondo. Non ho agito come calciatore dribblando la questione Equitalia ma, come fanno tutti gli italiani, ho dato mandato ad un avvocato. [Mi dispiace] di aver urtato la sensibilità dei massimi organi del parlamento, [mi auguro] che gli stessi parlamentari comprendano l'umore di un uomo che riceve una multa di 40 milioni e viene trattato da criminale e alle accuse risponde con un gesto genuinamente popolare ma senza cattiveria. E poi ci sono 39 milioni di motivi per giustificare un gesto. Sono molto triste e dispiaciuto che qualcuno abbia pensato che io volevo colpire gli italiani. Ti giuro che voglio tanto bene a tutti gli Italiani e che mai ho pensato di offendere loro e neppure il fisco".

Continua a leggere...

© 2015 Diritto di Polemica