domenica 1 settembre 2013

Vestirsi ed atteggiarsi da prostituta? L’ordinanza che lo vieta



Vestirsi o atteggiarsi come una prostituta? E’ vietato nei tre Comuni di Porto Sant'Elpidio, Fermo e Porto San Giorgio. A stabilirlo? Un’ordinanza che sarà in vigore fino al prossimo 30 ottobre e che prevede una multa fino a 200 euro, in caso di disobbedienza.
“Lungo le strade, nelle piazze e negli spazi pubblici del centro abitato delle tre cittadine sarà proibito negoziare, concordare prestazioni sessuali a pagamento, intrattenersi con soggetti che, per l'atteggiamento, l’abbigliamento ovvero per le modalità comportamentali, manifestano l’intenzione di esercitare l'attività consistente in prestazioni sessuali”. Ed ancora: “Fermare il veicolo in cui si è a bordo al fine di contattare il soggetto dedito alla prostituzione e consentirne la salita”.
C’è di più. Oltre all’ammenda, può esserci “il sequestro cautelare delle cose che servirono o furono destinate a commettere la violazione o che ne sono il prodotto, e l'allontanamento dal territorio in caso di reiterazione del comportamento scorretto”.
Il sindaco di Porto Sant'Elpidio Nazareno Franchellucci, primo cittadino di Porto Sant’Elpidio, ha dichiarato: “Due mesi di controlli a tappeto, ispezioni serrate e continue che verranno effettuate da una task force composta da Forze dell’ordine locali, provinciali ma anche provenienti da fuori regione. Non è escluso che nelle prossime settimane vengano coinvolti cittadini e associazioni per mettere a punto azioni dimostrative e creare un’azione di disturbo e conseguentemente dissuadere indirettamente il fenomeno della prostituzione nella fase della contrattazione con gli eventuali clienti”.

Nessun commento:

Posta un commento

© 2015 Diritto di Polemica