lunedì 2 settembre 2013

In Grecia la crisi è al culmine: cibi scaduti in vendita al supermercato

Per colpa della crisi, in Grecia è stato emanato un nuovo provvedimento anti-crisi finalizzato alla vendita di cibi scaduti nei supermercati per un periodo limitato e a prezzi più bassi. Le confezioni di questi alimenti dovranno essere sistemate su scaffali appositi e gli esercenti dovranno assumersi tutte le responsabilità della vendita, pena una multa dai mille ai cinquemila euro. Il divieto vale invece per bar e ristoranti.
L'Associazione dei Consumatori ha commentato così l'iniziativa: "Trasformerà il paese in un enorme immondezzaio, dividendo i consumatori in due categorie, quelli di serie A e quelli di serie B".
Il ministero per lo sviluppo economico ha replicato che saranno venduti solamente quegli alimenti che si conservano anche oltre la data di scadenza come pasta, riso e olio.

Nessun commento:

Posta un commento

© 2015 Diritto di Polemica