sabato 1 giugno 2013

Rodotà risponde a tono agli insulti di Grillo

Stefano Rodotà ha detto durante un'intervista rilasciata al quotidiano 'l'Unità': "Gli insulti? Inaccettabili, visto il mio tentativo di offrire un contributo. Lascio a ciascuno la sua libertà di giudizio, nel rispetto degli altri. Quel che mi sta a cuore è la coerenza delle mie idee. Agli attacchi sono abituato".
E ancora: "Avevo anche detto che, dinanzi alla canditura di Prodi, facevo un passo indietro. Poi sono andato a discutere con il M5S alla Camera della democrazia parlamentare. E dissi: “Siete in parlamento, volete gettare al vento la libertà dei singoli in nome del portavoce? Registrai consensi e dissensi. Ma la questione resta aperta, e andrà avanti all’interno del Movimento”".

Nessun commento:

Posta un commento

© 2015 Diritto di Polemica