giovedì 20 giugno 2013

Battiato: "Troie in Parlamento? Avevo ragione, il tempo è galantuomo"

Franco Battiato ha dichiarato in un'intervista rilasciata al Fatto Quotidiano a proposi recenti scandali in Sicilia: "Mi hanno accusato di misoginìa, ma l’hanno fatto in evidente malafede. Io non ce l’ho con le prostitute. Non riconosco proprio il genere come categoria. Per me maschile, femminile e animale nuotano nello stesso insieme. Qui il fatto grave e inaccettabile è che la escort vanno in Parlamento, diventano politici e usano i soldi con cui paghiamo le tasse. Ma ripeto, le ragazze non hanno colpe. I frustrati che le vendono al mercato, invece sì. Sono dappertutto, è incredibile, come il cacio sui maccheroni. A Bruxelles parlai anche di Lusi. Non c’è uno che l’abbia scritto. Tutti a sparare sul dito, mentre indicavo la luna. Domina l’ipocrisia. Non sarebbe più facile dichiarare che la tassa occulta per le escort è una specie di Imu aggiuntiva? In fondo nell’interpretazione di questi signori, la donna è solo una merce di scambio".

Nessun commento:

Posta un commento

© 2015 Diritto di Polemica