domenica 12 maggio 2013

Nitto Palma e la querela contro Crozza


Francesco Nitto Palma, presidente della commissione Giustizia del Senato, ha detto in una nota: "Nella trasmissione 'Crozza nel paese delle meraviglie', il signor Maurizio Crozza ha ritenuto di dedicare la sua attenzione alla mia persona. Senza entrare nel merito delle modalità della sua satira, rilevo che il Crozza ha affermato: 'La prima cosa che Nitto Palma ha fatto dopo la nomina a presidente della commissione Giustizia del Senato è stata quella di andare a trovare in carcere Cosentino, è come se il premio Nobel per la pace, appena premiato, andasse a trovare il signor Kalašnikov'. La battuta può piacere o no, ma si fonda su un dato di fatto completamente falso".

"Infatti, come emerge dall'intervista radiofonica a Radio24 del 9 maggio u.s., dal comunicato dell'ufficio stampa del Pdl diffuso in pari data e dall'articolo di Guido Ruotolo su 'La Stampa' del 10 maggio, l'incontro è avvenuto diversi giorni prima della stessa candidatura a presidente della commissione, subito dopo che il Tribunale del Riesame aveva respinto il ricorso dell'onorevole Cosentino, così decidendo la sua permanenza in carcere. L'incontro, correlato esclusivamente a evidenti ragioni umane, è avvenuto tra il senatore Palma, all'epoca solo coordinatore regionale del Pdl in Campania, e l'onorevole Cosentino, ex deputato campano del Pdl, alla presenza del personale di Polizia penitenziaria, ed è durato pochi minuti".

"Lo spostamento della data dell'incontro a dopo l'elezione a presidente della commissione Giustizia è di per sé vergognoso, anche perché chiaramente finalizzato ad attivare una nuova, speciosa, fasulla polemica. Nulla intendendo dire sul piano della satira, ho dato mandato ai miei avvocati di procedere alle iniziative giudiziarie del caso contro il signor Maurizio Crozza, con riferimento solo a questa diffamatoria falsità e con la più ampia facoltà di prova".

Nessun commento:

Posta un commento

© 2015 Diritto di Polemica