mercoledì 22 maggio 2013

Il candidato sindaco che promette un assegno di 150 euro in potenza - FOTO

Treviso - Alessia Bellon, candidata sindaco, ha escogitato un astuto sistema per farsi votare.
Sabato 25 maggio basterà recarsi presso il gazebo di Indipendenza Veneta muniti di carta d'identità, e ogni famiglia trevigiana potrà beneficiare uno pseudo-assegno di 150 euro. Ottimo, direte voi!
Eppure, c'è la 'magagna'. Infatti, l'assegno diventerà valido solo nell'ipotesi in cui la candidata diventi effettivamente primo cittadino. “
La Bellon ha detto: "Sarà un’anticipazione di ciò di cui godranno tutte le famiglie del comune di Treviso. Credo che in un momento difficile come questo la miglior cosa sia avere un sollievo economico per quanto piccolo possa essere”.

Indipendenza Veneta ha fatto sapere: "La somma che sarà ritornata alle famiglie deriva dall’ammontare del taglio di spesa pubblica calcolato dalla squadra di Alessia Bellon e che sarà ritornato direttamente ai cittadini, oltreché dall’istituzione del nuovo capitolo di bilancio comunale denominato “residuo fiscale”, che contabilizzerà le voci a credito dallo stato italiano". 
La Bellon ha aggiunto: “Sarebbe stato meglio che tale cifra non fosse mai uscita dalle tasche dei trevigiani, considerata la situazione di grave crisi economica che stiamo attraversando a causa dello stato italiano, ma il danno da parte di chi finora è stato a guardare il disastro reggendo il sacco ai furti di stato è stato aggravato dall’aver aumentato a propria volta anche le tasse comunali, oltre a quelle statali. Noi vi porremo rimedio restituendo i soldi sottratti ingiustamente ai cittadini, a fronte di servizi ridicoli.”

Nessun commento:

Posta un commento

© 2015 Diritto di Polemica