mercoledì 15 maggio 2013

Amato salta la fila all'aeroporto scortato da tre agenti


 
Giuliano Amato si è reso protagonista di un curioso episodio che è stato reso noto dal sito Dagospia.com.
Domenica scorsa, alle ore 12.45, Giuliano Amato si trovava all’aeroporto di Fiumicino.
Tutto nella norma se non fosse per il fatto che Amato è entrato attraverso il passaggio di imbarco riservato alle autorità scortato da tre agenti in borghese.
La provocazione lanciata da Dagospia: "Ma se l'unico suo incarico è quello di presiedere la Treccani e non ha alcun ruolo istituzionale perché una scorta di tale livello che neanche un ministro in carica?".

2 commenti:

  1. va sanzionato, come a scuola si puniscono le indiscipline degli studenti e,
    lui, non e' stato da meno e, quei tre agenti .......... vuoi vedere che se passavo avanti io mi fermavano?
    E' ora di mettere dei buttafuori all'aeroporto, senza guardare in faccia a nessuno, sia che siano politici od agenti, soprattutto questi ultimi!

    RispondiElimina
  2. la casta del PD sempre casta è!

    RispondiElimina

© 2015 Diritto di Polemica