domenica 31 marzo 2013

Grillo: "La Boldrini accetterà i tagli proposti dal M5S?"


Beppe Grillo, portavoce del MoVimento 5 Stelle, ha twittato: ''La presidente Boldrini accetterà questi tagli (42 milioni l'anno) proposti dal M5S?''.





 
Continua a leggere...

Gentiloni: "Con Napolitano l'Italia è in buone mani"

Paolo Gentiloni (Pd) ha detto: ''Napolitano ha indicato una strada nel pieno rispetto delle sue prerogative, ora tocca a noi seguirlo. L'Italia è in buone mani, la decisione del Presidente di restare fino all'ultimo giorno, tranquillizza il Paese, i mercati e l'Europa. Ai tratta ora di lavorare nei prossimi giorni per individuare i punti essenziali di una possibile soluzione di governo''.
Continua a leggere...

Addio Franco Califano



Ennesimo lutto nel mondo dello spettacolo. Dopo la scomparso di Enzo Jannacci, Franco Califano, detto ‘Er Califfo’, è deceduto all’età di 74 anni nella sua abitazione ad Acilia. L’artista era malato da tempo.
Continua a leggere...

sabato 30 marzo 2013

Grillo contro giornalista: "E' frustrato, pagato 10 euro a pezzo"

Beppe Grillo, portavoce del MoVimento 5 Stelle, ha dichiarato su 'La Cosa', commentato il botta e risposta, durante la conferenza stampa al Quirinale, tra un giornalista e Vito Crimi.
"Questi qui (i politici) hanno qualche problema neurologico. Accarezzateli, ma accarezzate anche i giornalisti. Io la conosco quella voce, la conosco bene. E' di un povero ragazzo frustrato che per sopravvivere si fa pagare 10 euro a pezzo".
Continua a leggere...

Grillo: "Pubblicano il mio indirizzo mettendo a rischio la mia famiglia"

Beppe Grillo, portavoce del MoVimento 5 Stelle, ha dichiarato su 'La Cosa' al termine delle consultazioni: "Mi sono messo in politica e potevo stare fuori e godermi i soldi di 41 anni di lavoro. Mi sono messo in gioco e sono qui con la Polizia perchè pubblicano il mio indirizzo mettendo a repentaglio la sicurezza della mia famiglia e dei miei figli. Se vogliamo giocare così, giocheremo anche noi così".
Continua a leggere...

Iacopino: "Grillo? E' diventato un problema psichiatrico"

Enzo Iacopino, presidente dell'Odg, ha dichiarato a proposito di Beppe Grillo e delle sue aggressioni verso i giornalisit: "Sì, è davvero diventato un problema psichiatrico: speriamo sia reversibile. L'aggressione verbale a Vasco Pirri Ardizzone di Italpress, lo stesso che venne strattonato in piazza San Giovanni. Qualcuno dovrebbe dirglielo: forse davvero nella politica c'è, come afferma, un problema di pschiatria. Ma dovrebbe approfittare lui per primo di qualche specialista. Sta superando ogni limite. Probabilmente Grillo tende a misurare i comportamenti degli altri con un metro che vale per lui e per le persone che frequenta. Stia sereno, i giornalisti non sono terrorizzati dai suoi propositi vendicativi. Sono, al più, avviliti nel vedere che una persona che ha riscosso così tanto consenso si comporta toccando vette di inciviltà mai raggiunte prima".
Continua a leggere...

Blog Grillo: "Con Fratelli d'Italia 400.000 euro buttati nel cesso"

Sul blog di Beppe Grillo è stato pubblicato un post che porta la firma di Roberto Fico, parlamentare del MoVimento. Ecco il titolo: "Quattrocentomila euro buttati nel cesso".

Nel post si legge: "Il 27 marzo si è riunito l'ufficio di Presidenza della Camera dei deputati e tra le cose da discutere c'era 'la costituzione di un gruppo parlamentare in deroga al regolamento della Camera'. Il nuovo gruppo è quello di 'Fratelli d' Italia', per intenderci La Russa e Meloni".

E ancora: "Il regolamento della Camera ci dice che un gruppo di deputati inferiore al numero di 20 non puo' formare un gruppo parlamentare autonomo ma deve andare a comporre il gruppo misto. I componenti di 'Fratelli d'Italia' sono 9. Durante la riunione dell'ufficio di presidenza il MoVimento 5 Stelle ha chiesto quanto costa la costituzione di questo gruppo, la risposta del questore è stata questa: '400.000 euro all'anno in più'. Dato che la costituzione di questo nuovo gruppo parlamentare aveva bisogno del voto dell'ufficio di presidenza andando in deroga al regolamento si è proceduto al voto. Tutti i partiti, tutti, dal Pd al Pdl hanno votato a favore. Il M5S ha votato contro".

Ed infine: "Il risultato è che in deroga al regolamento della camera dei deputati si forma un nuovo gruppo parlamentare denominato 'Fratelli d'Italia' composto da 9 deputati e che ci costerà 400 mila euro all'anno in più. Soprattutto in questo periodo ci sembra una spesa davvero inutile e assurda, degna della casta, lo abbiamo detto in tutti i modi durante la riunione di presidenza, ma niente! Questi sono i nostri cari partiti responsabili che chiedono la fiducia al M5S e quindi ai cittadini".
Continua a leggere...

Carfagna: "Il Pdl è sempre attento all'interesse del Paese"

Mara Carfagna, portavoce del Pdl alla Camera, ha dichiarato ai microfoni di Radio24: "Il Pdl è sempre stato attento all'interesse del Paese che sta attraversando una fase drammatica mentre Bersani ha l'arroganza di chi crede che la sinistra rappresenti un'offerta superiore sul piano politico e morale. Il suo comportamento è assolutamente sbagliato e irresponsabile dimostrando l'ostinazione di un uomo che non si è rassegnato di fronte ad una sconfitta politica".  


Continua a leggere...

venerdì 29 marzo 2013

Grillo: "Siamo noi i grandi francescani"

Beppe Grillo ha detto su 'La Cosa': "Siamo noi i grandi francescani, abbiamo parlato di San Francesco ancor prima del Papa e siamo nati nel giorno di San Francesco. Noi vinceremo per forza, non hanno scampo e lo sanno. Vinceremo e porteremo fuori l'Italia da questo pantano in cui ci hanno portato". 

 
Continua a leggere...

Vendola: "Soluzione più idonea è dare l'incarico a Bersani"


Nichi Vendola, leader di Sel, ha dichiarato al termine delle consultazioni: "In questo momento delicato e complesso abbiamo sottolineato ancora una volta che la soluzione più idonea a traghettare l'Italia fuori da questo avvitamento e pantano è il conferimento dell'incarico a Pier Luigi Bersani, a chi ha incarnato con coraggio la necessità di un dialogo con la domande di cambiamento che è così prorompente nel Paese e che si è espressa nelle urne". 

 
Continua a leggere...

Grillo: "Giornalisti, fanno bene ad essere terrorizzati"

Beppe Grillo, portavoce del MoVimento 5 Stelle, ha dichiarato su 'La Cosa': "Oggi è peggio la casta dei giornalisti che quella dei politici. Tutti i giornali sono sovvenzionati con i soldi degli italiani, hanno ragione ad essere terrorizzati: il loro lavoro è finito, la Rete ingloberà tutto".
Continua a leggere...

giovedì 28 marzo 2013

Renzi sarà ospite ad 'Amici' di Maria De Filippi

Il prossimo 6 aprile Matteo Renzi, primo cittadino di Firenze, sarà ospite da 'Amici' di Maria De Filippi.
La notizia era stata data su Twitter da Paolo Calvani, responsabile comunicazione Mediaset "Sorpresa: Matteo Renzi sarà presto ospite di un noto programma di intrattenimento di prima serata".
A VanityFair.it è poi arrivata la conferma della notizia da parte degli autori della trasmissione.  

Continua a leggere...

Grillo: "Non è necessario un governo"

Beppe Grillo, portavoce del MoVimento 5 Stelle, ha scritto sul suo blog: "Se l'Italia è senza governo (in realtà è in carica il governo Monti) ha però un Parlamento che può già operare per cambiare il Paese. Non è necessario un governo per una nuova legge elettorale o per avviare misure urgenti per le pmi o per i tagli delle province. Il Parlamento le può discutere e approvare se solo volesse sin da domani".
Continua a leggere...

Di Paola: "Si è molto scritto sui giornali sul rientro dei marò ma.."


Giampaolo Di Paola, ministro della Difesa, ha dichiarato durante il suo intervento in occasione dei 90 anni dell'Aeronautica militare a Napoli: "Si è molto scritto sui giornali, sulla decisione di far rientrare i marò in India. Ci tengo a dire che non è vero che hanno impiegato cinque ore per dire di sì. E non è vero che è stato ordinato loro di farlo. L'obbedienza, nel loro caso, è stata non a un ordine, ma a loro stessi, al loro senso di responsabilità e alla parola data".
Continua a leggere...

Boldrini: "I migranti sono l'avanguardia del futuro"


Laura Boldrini, presidente della Camera, ha dichiarato: "I migranti sono l'elemento umano della globalizzazione, sono l'avanguardia del futuro. Non è il poveraccio che viene da noi ma qualcuno che mette a disposizione la sue esperienza nel Paese dove si trova a risiedere. Sono l'espressione più contemporanea del nostro tempo. Il tema dell'immigrazione deve trovare posto con urgenza nell'agenda politica, come sta facendo Obama in America".
Continua a leggere...

Celentano a Grillo: "Attento amico parlante, si è persa l'eleganza"

Adriano Celentano ha scritto una lettera che è stata pubblica su 'Repubblica': «Se il Papa dovesse scrivere una lettera a Grillo e a Bersani, immagino che le parole sarebbero più o meno queste: Cari fratelli, amate i vostri nemici, almeno in quei TRE punti di governo che piacciono a Grillo e sui quali entrambi siete d'accordo per la fiducia. Tralasciate, per ora, i punti che vi separano a causa dei quali il governo potrebbe cadere ancora prima di nascere. Non c'è 'Amore' più grande di due nemici che, per il bene del popolo italiano, decidessero di incontrarsi sulla via di Damasco. Abbandonate quindi i rancori, anche se motivati, verso quei politici che secondo voi hanno sbagliato, affinchè il vostro comportamento sia di sprone per la loro purificazione. Si è perduta l'eleganza, infuriano soltanto scontri e polemiche L'obiettivo è distruggere ogni avversario».

«I capigruppo del MS5 Crimi-Lombardo mi hanno sorpreso per il garbo che hanno avuto nel colloquio con Bersani. Eravamo abituati a ben altri termini, "i giornalisti mi stanno sul cazzo", oppure "sono degli spalamerda" o battute fuori luogo sul Presidente Napolitano. "Se le fa Grillo", avranno pensato, "le possiamo fare anche noi", solo che loro non sono Grillo. E dopo la trionfale scalata elettorale lui può anche permettersi di scrivere sul suo blog, "schizzi di merda digitale". Però attento amico parlante! Lo sai che io ti voglio bene e sono orgoglioso per quello che sei riuscito a fare. Ma mi preoccupa il fatto che se non cambi marcia e aspetti ancora ad innescare quella del vero STATISTA anche se comico (una virtù che manca ai politici) ho paura che il motore si imballi e questo sarebbe un vero peccato».

«Praticamente tu spingi Bersani ad allearsi con Berlusconi. Hai mai pensato ai vari risvolti di una così curiosa alleanza? Tutti e due, per come li hai ridotti, sarebbero costretti a venirsi incontro, anche se nell'animo di entrambi auspica l'idea di tornare il più presto possibile felici e separati più di prima. Ma nel frattempo ci sarà una gara a chi dei due lavorerà meglio per il bene degli italiani. Se ciò avvenisse è chiaro che il merito sarà ancora tuo».
Continua a leggere...

mercoledì 27 marzo 2013

Bersani alla Lombardi: "Non siamo a Ballarò"


Pier Luigi Bersani, segretario del Pd, ha risposto così alla grillina Roberta Lombardi che aveva dichiarato a proposito dell'incontro con Bersani 'sembra una puntata di Ballarò': "Qui purtroppo non è 'Ballaro'', qua è una roba seria. E lo sarà nei prossimi mesi...".
Continua a leggere...

Grillo: "I padri puttanieri ci prendono per il culo da vent'anni"

Beppe Grillo ha scritto un nuovo post sul suo blog intitolato "I figli di NN".

Le nuove generazioni sono senza padri, sono figlie di NN, dal latino "Nomen nescio : nome non conosco". Sulle loro carte di identità, sui loro documenti di lavoro, nei libretti universitari alla voce "figlio di" risulta la sigla NN, figlio di nessuno, figlio della colpa, figlio di padre ignoto, figlio di vecchi puttanieri che si sono giocati ogni possibile lascito testamentario indebitando gli eredi. Non ci sono però responsabili conclamati della miseria, della mancanza di un futuro, di una qualunque prospettiva a cui sono stati condannati questi ragazzi. Nessuno ammette responsabilità di sorta".

 "E' opera del destino cinico e baro, dello Spirito Santo, della moderna divinità chiamata mercato che si manifesta all'improvviso come un nume iroso che chiede sacrifici umani. Lo sfascio ha origini soprannaturali, non è causa dei dilettanti, cialtroni, delinquenti che hanno smontato con determinazione e scientificità lo Stato italiano negli ultimi vent'anni. Quei padri che rifiutano ogni addebito del disastro nazionale, che percepiscono però vitalizi e doppie pensioni, gente canuta che non ha mai avuto il problema della disoccupazione e del pane quotidiano, è ancora qui, ancora a spiegarci come e perché siano le nuove generazioni, i choosy, i bamboccioni, i veri colpevoli".

"A raccontarci la favola che affidandosi a loro, alla loro esperienza e capacità e senso dello Stato, si cambierà il Paese. Questo dicono i Padri Puttanieri, quelli che hanno sulle spalle la più grande rapina ai danni delle giovani generazioni. Questi padri che chiagnono e fottono sono i Bersani, i D'Alema, i Berlusconi, i Cicchitto, i Monti che ci prendono allegramente per il culo ogni giorno con i loro appelli quotidiani per la governabilità. Hanno governato a turno per vent'anni, hanno curato i loro interessi, smembrato il tessuto industriale, tagliato lo Stato sociale, distrutto l'innovazione e la ricerca. Pdl e pdmenoelle sono vent'anni che ci prendono per il culo e non hanno ancora il pudore di togliersi in modo spontaneo dai coglioni dopo Penati, Tedesco, Dell'Utri, Cuffaro, Monte Paschi di Siena, dopo il Lodo Alfano, lo Scudo Fiscale e cento leggi abominio".

"Vent'anni senza riuscire a produrre una legge contro la corruzione e contro il conflitto di interessi, vent'anni per trasformare la legge elettorale in una caricatura anticostituzionale, senza mai trovare il tempo (ah, il tempo...) per cambiarla. I figli di NN vi manderanno a casa, in un modo o nell'altro, il tempo è dalla loro parte. Hanno ricevuto da voi solo promesse e sberleffi, non hanno nulla da perdere, non hanno un lavoro, né una casa, non avranno mai una pensione e non possono neppure immaginare di farsi una famiglia. Vi restituiranno tutto con gli interessi".


Continua a leggere...

Crocetta revoca l'incarico di assessore a Battiato

Rosario Crocetta, governatore della Sicilia, ha deciso di revocare l'incarico di assessore regionale al Turismo a Franco Battiato, per via delle sue recenti dichiarazioni ("In Parlamento ci sono troie disposte a tutto").
Continua a leggere...

martedì 26 marzo 2013

La Santanchè a Battiato: "Torni a fare il cantautore"

Daniela Santanchè (Pdl) ha risposto alle affermazioni di Franco Battiato: "Le oltraggiose e indegne parole rivolte dal neo assessore alla Cultura della Regione Sicilia, Battiato, alle parlamentari italiane nulla hanno a che fare con la cultura ma sono figlie solo di un’ignoranza becera senza confini. Torni a fare il cantautore Battiato che gli riesce meglio essendosi dimostrato, senza appello, assolutamente inadeguato alla carica istituzionale che gli è stata affidata".
Continua a leggere...

Battiato: "Troie in Parlamento" e poi: "Sono stato frainteso"

Franco Battiato, assessore al Turismo della Regione Sicilia, ha affermato nel corso del suo intervento al Parlamento europeo: "Ci sono troie in Parlamento che sono disposte a tutto".
Viste il vespaio di polemiche, l'artista ha dichiarato all'Adnkronos: "Sono particolarmente dispiaciuto che il presidente della Camera Laura Boldrini si sia sentita offesa dalle mie parole, ma posso assicurare che la frase non era sessista. Facevo semplicemente riferimento alla 'prostituzione' che c'era nel Parlamento italiano fino a pochi mesi fa, sia maschile che femminile".
E ancora: "Intanto tengo a precisare che non facevo riferimento né al Parlamento europeo né al Parlamento attuale, ho solo parlato di un malcostume politico, non parlavo certo di donne. Io non sono mai stato sessista e chi mi conosce lo sa bene".
"E' evidente che sono stato frainteso. Ribadisco che ho detto che in Parlamento ci sono stati dei deputati, di una certa parte politica, che erano pronti a tutto. Da qui la parola 'troia', ma nel senso di 'prostituta', e parlo sia di uomini che di donne, lo ribadisco. Scusi ma è peggio usare la parola 'troia' o tutti quelle cose che hanno fatto alcuni deputati. Erano forse degni di stare seduti in Parlamento?".
"Insomma non c'era alcuna intenzione offensiva nei confronti delle donne, spero di avere chiarito".

Continua a leggere...

Grasso: "Travaglio ha sporcato la mia funzione istituzionale"

Pietro Grasso, neo presidente del Senato, ha commentato le dichiarazioni di Marco Travaglio a 'Servizio Pubblico' di giovedì scorso: "Una persona che ha la coscienza pulita, a cosa può andare incontro? Io nell'insediarmi al Senato ho parlato di casa trasparente, e la mia nuova funzione istituzionale veniva sporcata, opacizzata da queste parole che è difficile contrastare nella loro genericità".
Continua a leggere...

lunedì 25 marzo 2013

Don Ciotti: "Da 42 anni sono ministro di Dio"

Don Luigi Ciotti ha dichiarato al termine dell'incontro con Bersani a proposito di un suo ipotetico ruolo da ministro: "Sono ministro da 42 anni. Ministro di Dio".
Continua a leggere...

Boldrini: "La cittadinanza ai figli immigrati è questione di civiltà"

Laura Boldrini, presidente della Camera, ha dichiarato a 'Che tempo che fa': "La cittadinanza ai figli immigrati è qualcosa a cui dobbiamo lavorare il prima possibile. E' una questione di civiltà. Gli amici dei nostri figli non possono non essere italiani".
Continua a leggere...

Blog di Grillo: "Grasso? L'unico estimatore di Berlusconi"

Sul blog del portavoce del MoVimento 5 Stelle è apparso un post non firmato intitolato 'schizzi di merda digitali'.
"Pietro Grasso è l'unico procuratore antimafia estimatore di Berlusconi''.
Continua a leggere...

domenica 24 marzo 2013

Dell'Utri: "Qualche comunista mi ha denunciato per la casa sull'albero"

Marcello Dell'Utri, ex senatore del Pdl, ha dichiarato ai microfoni de 'La Zanzara' in onda su Radio24: "Mi sono meravigliato della telefonata di Grasso da Santoro, quando ti metti sul livello di chi ti accusa non si capisce più chi ha torto e chi ha ragione, è un errore. Se accetta di fare un confronto Travaglio lo sbrana di sicuro, non ci deve andare e non ha bisogno di andarci. Da cosa si deve difendere?. Non ho più debiti dopo che ho venduto la casa. Grazie a Berlusconi che l’ha comprata ma prima l’avevo comprata io. Era lì che avevo i maggiori debiti, non farò mai più una casa nella mia vita. Mi hanno pure condannato per aver costruito una casetta a Torno mentre Comune e Soprintendenza hanno detto che era tutto a posto. Vi rendete conto? Mi condannano solo perchè mi chiamo Dell’Utri. E’ una casa sull’albero, una treehouse, una cosa bellissima, stupenda, tutte le barche si fermavano a vederla, è una moda che dilaga nel mondo. Ci si mette lì per osservare la natura, gli uccelli, leggere libri, conversare e bere un thè, ma non l’ho mai finita perchè non me l’hanno fatta finire. Qualche comunista del paese ha denunciato e poi è arrivato il giudice, uno che avrà problemi sociali, non vede le cose, una condanna per una cosa che non esiste".

Ed infine: "Grasso è presidente del Senato, non è una cosa utile chiamare in trasmissione, ma lo capirà quando avrà fatto esperienza, ora è un neofita. E poi quelle di Travaglio sono sicuramente delle palle grossissime, lui è il megafono di Ingroia, Ingroia era il nemico di Grasso e Travaglio continua a fare il lavoro di Ingroia. Grasso non è un magistrato fanatico non è un fanatico come Ingroia. Berlusconi non lo conosce. Ma avrebbe fatto benissimo a dare un premio antimafia a Silvio, è una cosa oggettiva che il governo Berlusconi è quello che ha lottato di più contro la mafia".
Continua a leggere...

Berlusconi: "Pronti per vincere alla grande"

Il Cavaliere ha ringraziato tutti i suoi sostenitori intervenuti alla manifestazione del partito tenutasi in Piazza del Popolo a Roma: "Grazie per essere qui in tanti siete uno spettacolo straordinario, già tutti pronti per una campagna elettorale per vincere davvero alla grande".
Continua a leggere...

Il ministro indiano rassicura sui marò: "No pena di morte"

Salamn Khurshid, ministro degli Esteri indiano, ha dichiarato a proposito del caso dei marò italiani: "Il caso non è di quelli che implica in India l'applicazione della pena di morte e di ciò sono state date assicurazioni al governo italiano".
Continua a leggere...

Assunta Almirante: "Con governo Berlusconi-Bersani la fine di Cipro"

Assunta Almirante, intervenuta alla manifestazione del Pdl a Roma, ha affermato: "Si può anche fare un governo Berlusconi-Bersani, purchè sia un governo provvisorio e transitorio per risolvere i problemi della gente. Non possiamo mica fare la fine di Cipro".
Continua a leggere...

Vendola sui marò: "Dilettantismo pirotecnico del governo italiano"

Nichi Vendola, leader di Sel, ha twittato a proposito dei recenti sviluppi sul caso dei marò italiani: "Siamo di fronte a una prova di dilettantismo veramente pirotecnico del governo italiano".
Continua a leggere...

Berlusconi: "Grillo non vuole governare ma il 100% dei voti"

Silvio Berlusconi, ex presidente del Consiglio, ha dichiarato parlando in piazza del Popolo a Roma: "La realtà è che Grillo non vuole governare ma vuole il 100 per cento dei voti".
Continua a leggere...

Grillo: "Boldrini e Grasso sono la più moderna manifestazione della partitocrazia"

Beppe Grillo, portavoce del MoVimento Cinque Stelle, ha scritto sul suo blog: ''Nella democrazia bersaniana non servono votazioni, basta nominare le 'persone giuste' e farle ratificare dall'assemblea per acclamazione. Porcellum style. 'L'assemblea ha accolto la proposta con degli applausi all'annuncio dei nomi'. Togliattiane reminiscenze. Nè Pietro Grasso nè Laura Boldrini sono stati democraticamente scelti ma sono stati nominati dai rispettivi capi Bersani e Vendola". 

"Laura Boldrini e Piero Grasso sono celebrati dai giornaloni e dai partiti come le effigi del cambiamento, il segno del rinnovamento, l'espressione della società civile (dando così implicitamente per scontato la società civile non sia mai stata rappresentata). In realtà sono la più moderna manifestazione della partitocrazia. Foglie di fico: brave persone accuratamente selezionate per coprire personaggi che sanno benissimo di essere impresentabili, ma che in questo modo continuano a sopravvivere''.
''Né la Boldrini né Grasso hanno partecipato alle Buffonarie del pdmenoelle, ma sono stati nominati e inseriti nelle liste direttamente dai rispettivi capi Vendola e Bersani. Né la Boldrini né Grasso sono stati democraticamente scelti per il loro attuale ruolo istituzionale attraverso votazione del gruppo parlamentare di appartenenza, come avvenuto per i candidati presidenti del M5S, ma ri-nominati da Bersani''.
Continua a leggere...

sabato 23 marzo 2013

Bersani: "Missione impossibile?"

Pier Luigi Bersani ha dichiarato uscendo da Montecitorio: ''Missione impossibile? Non c'è niente di impossibile''.
Continua a leggere...

Berlusconi cita Ghandi

Silvio Berlusconi, ex premier, ha citato Gandhi durante il suo intervento a Piazza del Popolo: ''C'è una frase di Gandhi che dice: 'prima ci deridono, poi ci combattono, poi vinci'. Sono sicuro che sara' così anche per noi: lotteremo per difendere il voto di 10 milioni italiani, ma anche nelle piazze e oggi da questa piazza emerge un nuovo modo di fare politica per far vivere insieme la democrazia partecipativa e quella diretta''.
Continua a leggere...

Di Pietro a Berlusconi: "Meglio fare il contadino che il truffatore"

Antonio Di Pietro, leader dell'Idv, ha ribattuto alle dichiarazioni di Silvio Berlusconi pronunciate dal palco di Piazza del Popolo a Roma: ''Meglio fare il contadino che al massimo si sporca le mani con la terra. Mentre un truffatore come lui le mani le ha ripulite confezionandosi leggi ad personam e utilizzando il Parlamento a proprio uso e consumo''.
Continua a leggere...

mercoledì 20 marzo 2013

Renzi contro Bersani: "Io parlo delle scuole, di cose concrete"

Matteo Renzi, primo cittadino di Firenze, ha voluto mettere in luce le differenze tra lui e Bersani: ''Io parlo delle scuole, delle cose concrete''.
Continua a leggere...

Berlusconi: "Dal Pd abbiamo ricevuto insulti e disprezzo"

Silvio Berlusconi, ex presidente del Consiglio, ha dichiarato tramite un messaggio su ForzaSilvio.it: ''Ci siamo dichiarati disponibili a un accordo con il Pd per uscire dalla crisi economica, ma in cambio abbiamo ricevuto insulti, disprezzo, presidenti di sinistra alla Camera e al Senato, il rifiuto di una intesa su un Presidente della Repubblica di garanzia. Una occupazione militare di tutti i vertici istituzionali che contraddice quanto promesso da Bersani durante la campagna elettorale. Non possiamo accettarlo".

 
Continua a leggere...

Camusso: "Serve un Governo del cambiamento"

Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, ha dichiarato a Perugia: ''Serve un Governo del cambiamento, fatto da chi ha voglia di cambiare questo Paese. Non si può ritornare a strade antiche che non hanno dato buoni risultati, serve un cambiamento e serve la responsabilità di sapere che il Paese ha bisogno di risposte, non di lunghe attese, ma di risposte''.
Continua a leggere...

Casaleggio contro Scalfari: "Solo panzane nei miei confronti"

Gianroberto Casaleggio ha scritto sul blog di Beppe Grillo, portavoce del M5S: "Scalfari nell'articolo 'E Casaleggio distrugge l'Universo' colleziona una serie di panzane degne dell'avanspettacolo. Mi descrive come un autistico che passa il tempo a giocare ai videogiochi a pranzo su un modernissimo telefonino. Non rivela la fonte, da vero giornalista di inchiesta. Devo precisare che non amo i videogiochi, non ho un modernissimo telefonino, ma un ormai antiquato apparecchio iPhone 3G di qualche anno fa e rispetto i miei interlocutori".
Continua a leggere...

Grillo posta l'editoriale di Travaglio sul caso Grasso

Marco Travaglio ha scritto un editoriale sul Fatto che poi è stato ripreso e pubblicato da Grillo sul suo blog: ''I 5 Stelle che han votato Grasso contro Schifani sapevano bene chi è Schifani e hanno scelto il meno peggio, cioè Grasso. Ma non avevano la più pallida idea di chi è Grasso, e questo è un bel problema. Specie per chi dice di informarsi sul web per sfuggire alla propaganda di regime. Se l'avessero fatto davvero, avrebbero scoperto che il dualismo Schifani-Grasso era finto''.
Continua a leggere...

Grillo: "Vogliamo stare nelle stanze dei bottoni per filmare tutto"

Beppe Grillo, portavoce del M5S, ha dichiarato in una conferenza stampa in streaming a Montecitorio: "Vogliamo essere presenti nelle Commissioni bicamerali, nelle giunte e negli uffici di presidenza, decidere sui vicepresidenti e scegliere i questori. Il M5S vuole stare nelle stanze dei bottoni. Vorremmo filmare tutto".
Continua a leggere...

lunedì 18 marzo 2013

Fede: "Mediaset mi passa 15mila euro netti al mese"

Emilio Fede è stato ospite della trasmissione tv 'Celebrity now' condotta da Selvaggia Lucarelli. 
L'ex direttore del Tg4 ha rivelato a proposito del suo rapporto con Mediaset: “Ho un dignitoso contratto di consulente meritatissimo, mi danno 15 mila euro netti“.
Dopo il flop del suo movimento “Vogliamo vivere“, Fede sperava di farsi eleggere nelle liste del partito del Cavaliere: ”Me l’aveva promesso Silvio all’ultima cena di capodanno che abbiamo passato insieme”.
Ed infine: “Non lo chiamo mai ‘Silvio’, neanche la notte in sogno. E lo sogno tutte le notti. Siamo amici fraterni”.
Continua a leggere...

Grasso: "Autonomia e indipendenza magistratura non sono un privilegio"

Pietro Grasso, neo presidente del Senato, ha affermato in occasione della prima uscita pubblica: "L'autonomia e l'indipendenza della magistratura sono un dettato costituzionale, indicano valori da difendere da parte di tutti i cittadini. Non sono un privilegio ma rappresentano, insieme all'informazione, il controllo di legalità della società. E' la Costituzione la prima legge contro la corruzione, la mafia, la collusione e la violenza".
Continua a leggere...

Grillo sui voti per Grasso: "Non si può disattendere contratto"

Beppe Grillo, portavoce del MoVimento 5 Stelle, ha scritto sul suo blog a proposito del caso Grasso: "Non si può disattendere un contratto. Chi lo ha firmato deve mantenere la parola data per una questione di coerenza e di rispetto verso gli elettori. La scelta tra Schifani e Grasso era una scelta impossibile. Si trattava di decidere tra la peste bubbonica e un forte raffreddore. La coppia senatoriale è stata decisa a tavolino dal pdl e pdmenoelle. I due gemelli dell'inciucio sapevano perfettamente che Schifani non sarebbe stato eletto. I capricci di Monti che voleva diventare presidente del Senato, ma è  stato costretto a prolungare il suo incarico di presidente del Consiglio e per ripicca aveva minacciato di votare Schifani era una pistola scarica".
E ancora: "I giochi erano già fatti per mettere in difficoltà il MoVimento 5 Stelle. Qualcuno, anche in buona fede, ci è cascato. Lo schema si ripeterà in futuro. Berlusconi proporrà persone irricevibili, il pdmenoelle delle foglie di fico. Il M5S non deve cadere in queste trappole. Comunque, il problema non è Grasso. Se, per ipotesi, il gruppo dei senatori del M5S avesse deciso di votare a maggioranza Grasso e tutti si fossero attenuti alla scelta, non vi sarebbe stato alcun caso. In gioco non c'è Grasso, ma il rispetto delle regole del M5S".

Continua a leggere...

Grillo: "D'Alema candidato al Quirinale. Non ci potevo credere"

Beppe Grillo ha scritto sul suo blog: "Ora tocca ad altre due cariche, la presidenza del Consiglio e quella della Repubblica, fondamentale per il futuro dell'Italia. Il presidente della Repubblica rimane infatti in carica per sette anni (travalica le legislature) con poteri da monarca. Il candidato di pdl e di parte (gran parte?) del pdmenoelle è Massimo D'Alema. Non è ufficiale e nemmeno ufficioso, ma è molto plausibile. Non ci credete? Non ci credevo neppure io''.  



Continua a leggere...

Mussolini: "Lucia Annunziata ha insultato milioni di italiani che votano Pdl"

Alessandra Mussolini (Pdl) ha affermato: "Lucia Annunziata ha superato il suo noto essere di parte arrivando a insultare milioni di italiani che votano Pdl e che, putroppo, pagano il canone Rai. Non basta una semplice censura di fronte a tale insolenza verbale. Lo stipendio alla Annunziata lo pagano anche gli elettori del Pdl che meritano rispetto e una giusta informazione, troppo spesso sporcata da giornalisti impresentabili".
Continua a leggere...

Maroni si insedia: "Una grande emozione"

Roberto Maroni ha così commetanto il suo insediamento alla presidenza della regione Lombardia: "E' una grande emozione. La giunta di 14 assessori, di cui 7 donne, verrà insediata domani''.

Continua a leggere...

domenica 17 marzo 2013

Bertinotti: "La Chiesa ha fatto una scelta rivoluzionaria: come il capitalismo"

Fausto Bertinotti ha rilasciato un'intervista a 'EuropaQuotidiano' nella quale ha parlato della Chiesa e dell'elezione del nuovo Papa. 
Ecco alcune dichiarazioni: "È una scelta rivoluzionaria: come il capitalismo, la Chiesa mostra la sua grande vitalità proprio nel momento massimo della propria crisi. Il capitalismo è un competitor storico del cattolicesimo perché entrambi hanno l’ambizione di forgiare l’essere umano: il primo soltanto nella dimensione terrena, il secondo anche in quella sovrannaturale. Tutte le grandi costruzioni umane colgono la crisi come un’occasione. Mentre laddove le istituzioni sono deboli, la crisi diventa devastante. E viene naturale il paragone con la vicenda politica italiana. Tanto è alta e forte la capacità di reazione della Chiesa, quanto impotente e autodistruttiva è quella della politica italiana".
E ancora: "Ratzinger ha messo la Chiesa di fronte al drammatico tema della sfida che gli pone la forza distruttiva del capitalismo, la sua modernità obliqua. La nuova rivoluzione capitalistica, il suo tentativo di mutare antropologicamente l’essere umano, è un una minaccia per la Chiesa. L’elezione di papa Francesco è una risposta a questa battaglia. La povertà di Papa Francesco è da una parte una congiunzione con gli ultimi della terra, dall’altra è una scelta di stile: la Chiesa francescana, appunto. Giovanni XXIII avrebbe detto, la Chiesa come 'liberazione del più grande peccato dell’umanità: lo sfruttamento dell’uomo sull’uomo '. Padre Maria Chenoux una volta disse che «la solidarietà è un punto d’incontro tra l’idea cristiana della carità e l’idea marxiana dell’uguaglianza». Io penso che di questo stiamo parlando".
Continua a leggere...

Grillo ai suoi: "Chi ha tradito il M5S votando Grasso, si dimetta"

Beppe Grillo, portavoce del MoVimento 5 Stelle, ha dichiarato a proposito della votazione di Pietro Grasso come presidente del Senato: "Nella votazione è mancata la trasparenza. Il voto segreto non ha senso, l'eletto deve rispondere delle sue azioni ai cittadini con un voto palese. Se questo è vero in generale, per il MoVimento 5 Stelle, che fa della trasparenza uno dei suoi punti cardinali, vale ancora di più. Per questo vorrei che i senatori del M5S dichiarino il loro voto. Nel 'Codice di comportamento eletti MoVimento 5 Stelle in Parlamento' sottoscritto liberamente da tutti i candidati, al punto Trasparenza è citato: - Votazioni in aula decise a maggioranza dei parlamentari del M5S. Se qualcuno si fosse sottratto a questo obbligo ha mentito agli elettori, spero ne tragga le dovute conseguenze".
Continua a leggere...

sabato 16 marzo 2013

Grillo: "Papa Francesco ha molte affinità con il M5S"

Beppe Grillo, portavoce del MoVimento 5 Stelle, ha scritto sul suo blog a proposito di papa Francesco: ''L'importanza di chiamarsi Francesco. Nessun papa ha mai avuto il coraggio, perchè di vero coraggio si tratta, di chiamarsi Francesco. Il santo che la Chiesa voleva bruciare come eretico, il poverello di Dio che si scagliò con il solo esempio contro la lussuria dei cardinali del suo tempo. Il M5S è nato, per scelta, il giorno di San Francesco, il 4 ottobre del 2009. Era il santo adatto per un MoVimento senza contributi pubblici, senza sedi, senza tesorieri, senza dirigenti. Un santo ambientalista e animalista. La politica senza soldi è sublime, così come potrebbe diventare una Chiesa senza soldi, un ritorno al cristianesimo delle origini''. 
Continua a leggere...

© 2015 Diritto di Polemica