sabato 24 novembre 2012

Gianluca Iannone (Casapound): "Il nostro modello è Mussolini"

Gianluca Iannone, capo di Casapound, che ha preso parte alla manifestazione a Roma, ha dichiarato: "Il senso di questa manifestazione è che siamo contro il governo tecnico, non deciso dai cittadini: per risolvere problemi creati dalla Banca mondiale sono stati messi dei suoi esponenti. È stato un golpe messo in atto da tutti i partiti. Vogliamo anche affermare che per uscire dalla crisi dovremmo fare come l'Islanda, nazionalizzando le banche. E poi dobbiamo tutelare le fasce più deboli della società. Vogliamo la tutela della sanità, dell'istruzione per il futuro degli studenti".

E ancora: "C'è chi si rifà a Pol Pot, chi a Marx e chi a Ford. Io voglio avere la libertà individuale di rifarmi a Benito Mussolini sia a livello filosofico che per come concepiva lo stato sociale. Ci candideremo alle comunali e alle regionali stiamo mettendo su delle liste importanti. Vogliamo essere in piazza per dimostrare il nostro peso perchè qualcuno vuole fare passare l'idea che siamo un gruppetto disorganizzato e sparso. Storace non ci piace e neanche Alemanno. Ci vogliono sempre mettere insieme a qualcuno".

Nessun commento:

Posta un commento

© 2015 Diritto di Polemica