venerdì 30 settembre 2011

Versace: «Sono deluso da Berlusconi, 60 miliardi di euro persi grazie alla corruzione».

 di Martina Strazzeri
Durante un'intervista rilasciata al periodico online «Patto Sociale», il famoso stilista Santo Versace ha parlato della sua uscita dal Pdl: «Sono rimasto deluso da Berlusconi. Dice tante belle parole, ma fatti zero. Non abbiamo rispettato il programma con cui siamo stati eletti, non abbiamo eliminato le province, non abbiamo tagliato la spesa pubblica e abbiamo aumentato le tasse. Sessanta miliardi di euro sono persi grazie alla corruzione e non e' solo colpa della crisi, c'e' un problema di etica, anche interno al partito».
Continua a leggere...

Commissione Europea: «Le misure prese dall'Italia rendono debole il mercato del lavoro».

di Martina Strazzeri
La Commissione Europea nell'ultimo rapporto riguardante l'occupazione ha detto che per via delle misure di austerità prese dall'Italia e con la bassa crescita, si è persa la fiducia e ciò ha delle ripercussioni negative sulle condizioni del mercato del lavoro, che sono sempre deboli. 
In più, è stato aggiunto che nell'ambito dell'economia italiana ci sono dei segnali di ripresa, seppur modesti a partire dal 2009 e per molto tempo ancora la possibilità di dar vita a nuovi posti lavorativi sarà bassa.
Continua a leggere...

Alfano (Pdl): «Stima e vicinanza per Minzolini». Vita (Pd): «Minzolini, uso improprio della testata».

di Martina Strazzeri
Il direttore del Tg1 Augusto Minzolini, in merito agli accertamenti e alle verifiche compiute dalla Guardia di finanzia nel suo ufficio, ha affermato: «Rispetto i magistrati, ma a volte non posso non rimanere perplesso di fronte ai loro comportamenti. Mandare la guardia di finanza negli studi del Tg1 se non e' un'intimidazione, e' sicuramente un'esagerazione che finisce per avere un'amplificazione mediatica. Se mi avessero chiesto questi documenti, li avrei portati io in Procura con le mie mani, volentieri».
Vincenzo Vita, componente Pd in commissione Vigilanza ha attaccato duramente Minzolini, dicendo: «E' assolutamente improprio l'uso che fa il direttore del Tg1 della testata per difendere se stesso e Berlusconi dalla magistratura. Si tratta di un servizio pubblico, svillaneggiato nelle sue prerogative fondamentali. Oramai Minzolini e' diventato la caricatura di se stesso».
Al contrario, è intervenuto per mostrare la propria solidarietà, stima e vicinanza il segretario del Pdl, Angelino Alfano, che ha contattato telefonicamente Minzolini.
Continua a leggere...

Nove membri del Pdl scrivono lettera a Bagnasco, in risposta al suo monito.

di Martina Strazzeri
In risposta al monito lanciato dal cardinale Angelo Bagnasco qualche giorno fa, nove membri del Pdl hanno deciso di esprimere la propria opinione in una missiva, di cui il destinatario è proprio il presidente della Cei. Hanno deciso di apporre la propria firma in fondo alla lettera:Raffaele Calabro', Roberto Formigoni, Maurizio Gasparri, Maurizio Lupi, Alfredo Mantovano, Mario Mauro, Gaetano Quagliariello, Eugenia Roccella e Maurizio Sacconi. 
Ecco alcune parole della missiva: «Ci rendiamo conto che alcuni comportamenti personali, pur mai esibiti, ma diventati clamorosamente pubblici grazie a un'intrusione violenta nel privato, sono sottoposti al giudizio pubblico; sappiamo che la Chiesa non puo' esimersi dal giudicare, e naturalmente lo fa secondo la dottrina e la morale cristiana».
Continua a leggere...

Berlusconi a cena dalla Mussolini: «Craxi, grande guida per l'Italia. I pm vogliono farmi fare la stessa fine».

di Martina Strazzeri
Il nostro presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, durante una cena organizzata da parte di Alessandra Mussolini ha affermato, secondo quanto testimoniano diversi presenti alla cena: «Bettino Craxi e' stata una grande guida per l'Italia, ogni anno ventimila persone vanno sulla sua tomba, cosa che non accade per Togliatti ne' per Berlinguer. Eppure chi e' nel Pd, ma all'epoca era nel Pci come certi magistrati e certa stampa, non gli ha permesso di tornare in Italia a curarsi, lo hanno ucciso».
 E infine ha detto: «Quei pm vogliono farmi fare la stessa fine».
Continua a leggere...

Prodi: «Default pilotato? Non lo pilota nemmeno Alonso».

di Martina Strazzeri
Romano Prodi è tornato a farsi vedere in giro. Durante il corso di un incontro pubblico a Bologna con i presidenti di Puglia ed Emilia Romagna, rispettivamente Nichi Vendola e Vasco Errani, ha lanciato una provocazione: «Default pilotato? Se si comincia con il default pilotato vanno tutti in default. Chi lo pilota il default? Non lo pilota neanche Alonso».
Continua a leggere...

Borghesi (Idv): «L'arte del rinvio è ben nota a questo governo».

di Martina Strazzeri
Il vice capogruppo dell'Idv alla Camera, Antonio Borghesi ha affermato: «L'arte del rinvio e' ben nota a questo governo. Non sanno che pesci prendere e cosi' rimandano di settimana in settimana».
E ancora: «Il fatto grave e preoccupante e' che, mentre loro prendono tempo per pura e semplice incompetenza, intorno tutto brucia. Per fare un esempio, i buoni del tesoro a dieci anni hanno raggiunto un tasso d'interesse che e' il piu' alto dal 1998».
Continua a leggere...

In aumento sfratti forzosi per morosità, tra il 2009 e il 2010 registrato +8,1%.

di Martina Strazzeri
Secondo i risultati emersi nella riunione della Consulta casa dell'Anci, tenutasi a Torino, sono in netto aumento gli sfratti forzosi per morosità nel nostro paese.
Tra il 2009 e il 2010 si è registrata una crescita dell'8,1%: infatti gli sfratti effettuati con ufficiale giudiziario sono passati da 27.584 a 29.825. E si attendono nuovi aumenti.
Continua a leggere...

giovedì 29 settembre 2011

Causa Ferrario: da Minzolini giunta Guardia di finanza per verifiche e accertamenti.

 di Martina Strazzeri
 A far visita nell'ufficio del direttore del Tg1, Augusto Minzolini, sono andati i militari della Guardia di finanza, al fine di compiere accertamenti e verifiche. In particolare, per rilevare la documentazione concernente la causa avanzata da parte della giornalista Tiziana Ferrario. Gli avvocati della Ferrario, successivamente alla denuncia presentata in sede civile al Tribunale del lavoro, hanno presentato una causa penale.
Il presidente della Rai, Paolo Garimberti durante l'apertura del Congresso Mondiale della Federazione Internazionale degli Archivi Televisivi, che si tenuto a Torino, ha effettuato le seguenti dichiarazioni: «Mi preoccupano gli ascolti di Rai1, la nostra rete ammiraglia. Anche ieri sera Rai1 in prima serata, ha fatto ascolti da Rai3. E' un problema che dobbiamo affrontare. Non basta Lavitola su La7 a spiegare una cosa del genere", ha aggiunto Garimberti riferendosi alla puntata del nuovo programma di Enrico Mentana su La7, Bersaglio Mobile, seguita da quasi 2 milioni di spettatori con l'8%.Aspetto proposte anche dallo stesso direttore di Rai1 Mauro Mazza. Proposte di cui parleremo in consiglio di amministazione. Io non ho la ricetta, altrimenti farei il direttore di Rai1 ad interim. Faccio il giornalista e mi occupo degli ascolti».
Continua a leggere...

Bersani: «Oggi compio 60 anni». Ma oggi è anche il compleanno di...?

di Martina Strazzeri
Pier Luigi Bersani nel giorno del suo  60esimo compleanno ha lanciato una provocazione: «Non ho mai festeggiato un compleanno in vita mia, ma dacche' si e' imparato che compio gli anni insieme a quello li, cioè Silvio Berlusconi, sono sempre in mezzo alle feste..il berlusconismo ha fatto strada».  Bersani ha deciso di festeggiare il suo compleanno con un brindisi all'interno della sede del Pd con i collaboratori, impiegati e dirigenti del partito. Tra gli altri invitati erano presenti Enrico Letta, Dario Franceschini, Massimo D'Alema, Tiziano Treu. Anche Walter Veltroni ha ricevuto i regali. Tra i doni ricevuti da Bersani: cravatte, libri, una stampa e un portasigari d'argento.
Continua a leggere...

Indagine Camera di commercio di Milano: nonni fanno risparmiare 200 euro al mese.

di Martina Strazzeri
I nonni sono sempre i nonni. E in tempo di crisi, il loro aiuto può rivelarsi di fondamentale importanza per molte famiglie italiane. Secondo un'indagine condotta dalla Camera di commercio di Milano nel settembre del 2010 su un campione di 450 persone, si possono risparmiare 200 euro al mese a famiglia. Più di 50 miliardi di euro all'anno. 
Sono i nonni che possono prendersi cura delle faccende domestiche. I nonni fungono da attenti baby sitter, colf e aiutano anche durante le vacanze. E poi ci sono anche i nonni imprenditori. In base alle stime, al secondo trimestre 2011 e 2010, sono all'incirca 296 mila nel paese gli imprenditori ultra60. 
Il presidente della Camera di commercio di Milano, Carlo Sangalli ha affermato: «Gli anziani sono una ricchezza nella nostra societa', a partire dall sempre piu' indispensabile ruolo svolto in famiglia dai nonni fino ad arrivare alla loro capacita' di continuare a portare avanti un'impresa radicata, in molti casi l'attivita' di una vita, e di trasmetterla ai piu' giovani». 
Le preferenze di nonno ideale vertono tutte su Lino Banfi, seguito dal comico Renato Pozzetto, invece l'ideale di nonna coincide con Rita Levi Montalcini.
Continua a leggere...

Versace: «Lascio il Pdl, è il mio regalo per il premier. A me piace lavorare».

 di Martina Strazzeri
Il celebre stilista Santo Versace è stato ospite al programma di Radio2 «Un giorno da Pecora» e ha affermato: «Stamattina ho lasciato il Pdl, è il mio regalo per Berlusconi». Versace vorrebbe fare il famoso «salto di qualità», passando dal Pdl al Gruppo Misto.  E ha aggiunto:  « E' una decisione che e' arrivata oggi ma che maturavo da tempo. A me piace lavorare, e nel Pdl non hanno bisogno di uno che lavora. L'ultimo regalo che ho fatto al Pdl ieri e' non andare, perche' non volevo votare la fiducia».
Continua a leggere...

Referendum, Di Pietro: «Domani consegneremo in Cassazione quasi un milione di firme».

di Martina Strazzeri
Il Leader dell'Idv, Antonio Di Pietro, appare determinato. Ha affermato: «Pensiamo di poter consegnare domani in Cassazione circa, e forse oltre, un milione di firme». Poi le parole del comitato promotore: «Sono già pronti 199 scatoloni con 500mila firme verificate». Domani alle 12 i referendari si recheranno alla Cassazione allo scopo di dare gli scatoloni contenenti le firme raccolte a sostegno dei quesiti per abrogare il «Porcellum».
Di Pietro ha riferito: «Sono orgoglioso di dire, che lo sforzo unitario del comitato trasversale formato da partiti, associazioni e altri soggetti per riaffermare il diritto a una legge elettorale più giusta per i cittadini, ci porterà probabilmente a raddoppiare il numero di sottoscrizioni necessari». E ancora: «C'è la fila in queste ore davanti agli uffici per consegnare ancora pacchi di firme: il nostro calcolo è che in totale consegneremo circa, e forse oltre, un milione di firme».
Il presidente del comitato promotore, Andrea Morrone, ha detto: «Abbiamo chiuso 199 scatoloni, che corrispondono a 500 mila controllate. Ma abbiamo ancora moltissimi moduli da verificare. Questa settimana abbiamo ricevuto circa 100-150mila firme al giorno, da tutta Italia: l'ultima consegna che possiamo ricevere in tempo utile è prevista per domattina alle 8. Sono sicuro di poter dire che abbiamo superato la soglia delle 500 mila firme necessarie" per proporre un referendum. Ma il conteggio é ancora non definitivo. A quelle del comitato vanno aggiunte ad esempio le firme che l'Idv sta contando nella sua sede (ieri Di Pietro ha parlato di quasi 500mila sottoscrizioni)».
Continua a leggere...

Tar Lazio: accolto ricorso Codacons, Gemelli estenderà test tbc.

di Martina Strazzeri
E' stata oggetto di accoglimento da parte del Tar del Lazio la richiesta avanzata dal Codacons circa la possibilità di estendere il test al fine di constatare la positività alla tbc a tutti i bambini dati alla luce all'interno del reparto di neonatologia del Policrinico Gemelli durante la permanenza dell'infermiera già colpita dalla tubercolosi.
Fino ad adesso i test hanno riguardato i bimbi nati a partire dal primo gennaio 2011. La decisione dei giudici ha trovato le sue basi nel fatto che «le conoscenze mediche attestano che la tbc può insorgere e manifestarsi anche con sintomi non evidenti» e secondo il Tar, ciò fa sorgere «incertezza sulla data di insorgenza della malattia nella stessa infermiera».
In aggiunta, il Tar ha affermato che ci sono «numerosi casi di bimbi nati nel 2010 e risultati positivi al test».
Continua a leggere...

Berlusconi: «Serve commissione d'inchiesta per comportamento magistrati».

 di Martina Strazzeri
Secondo alcune indiscrezioni, il nostro presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi avrebbe detto a diversi membri del Pdl di voler aprire una commissione d'inchiesta per indagare sul comportamento tenuto dai magistrati nei suoi confronti.
Ma quando il premier la finirà con la scusa dell'accanimento giudiziario?
Continua a leggere...

Garagnani (Pdl): accolto odg, sostituisce 25 aprile con 18 aprile (vincita elezioni DC).

di Martina Strazzeri
Chissà quante polemiche susciterà la proposta di Garagnani. Fabio Garagnani, parlamentare Pdl, ha presentato la proposta di sostituire la festa di Liberazione che si celebra il 25 aprile con il 18 aprile, giorno in cui, nel lontano 1948, la Democrazia cristiana vinse le prime elezioni del Parlamento repubblicano. L'odg è stato accolto «come raccomandazione» da parte del governo.
Ecco le prime parole di Garagnani: «Non mi illudo che la cosa abbia un'accelerazione immediata, ma considero molto importante che il governo abbia dato formale riconoscimento a un principio che sostengo da tempo».
Ed ha aggiunto: «Nell'odg ho proposto di sostituire il 25 aprile con il 18 aprile a fronte del fatto che questa è la vera data istitutiva della democrazia italiana che unifica di fatto il nostro popolo e non il 25 aprile, in quanto quella data ha diviso l'Italia, poiché lo spirito con cui i partigiani combatterono il nazifascismo non era certo quello di instaurare la libertà, ma un regime comunista, cosa che è stata evitata grazie appunto alla vittoria elettorale della Dc e di De Gasperi».
Secondo molti, si tratta solo di una «provocazione» e il parlamentare del Pdl ha espresso la volontà di dar avvio ad una commissione d'inchiesta che abbia come obiettivo quello di constatare i crimini compiuti dalla sinistra nel corso della guerra, tra il 1945 e il 1948 quando vennero uccisi cattolici, laici, preti e tantissime altre persone.
Continua a leggere...

Berlusconi: «C'è un clima che non mi piace. Pronto ad andare in tv per dire la mia verità».

di Martina Strazzeri
Ieri, il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, si trovava a Montecitorio al fine di mostrare il suo supporto al ministro dell'Agricoltura. Il premier ha colto l'occasione  per esprimere il proprio stato d'animo (amareggiato) per via dell'accanimento giudiziario contro la sua persona. Ecco quali sono state le sue parole: «C'è un clima che non mi piace, vogliono farmi fuori, ma finché ho la maggioranza in Parlamento non vado da nessuna parte». Berlusconi si dice convinto della sua innocenza e non ha paura di andare in tv allo scopo di spiegare al popolo italiano come sono andati veramente i fatti. Tuttavia, la schiera dei suoi difensori riserva qualche dubbio in merito a questa decisione e il premier ha detto: «Gli avvocati mi hanno consigliato fino adesso di stare tranquillo e non fare dichiarazioni sull'argomento».
Continua a leggere...

Cei: linee-guida anti-pedofilia, richiesta più fermezza e ascolto delle vittime.

di Martina Strazzeri
All'interno della bozza contenente le misure contro gli abusi sessuali a danno di minori compiuti da quelli che dovrebbero chiamarsi «religiosi», si possono leggere le linee-guida anti-pedofilia: fermezza nelle conseguenze penali, maggior rigore nella formazione dei sacerdoti, più ascolto delle vittime ed infine accompagnamento dei sacerdoti coinvolti.
Le linee guida sono state adottate dietro indicazioni provenienti dalla S. Sede. Concordano anche i vescovi, che si sono riuniti a Roma, circa il bisogno di realizzare questi punti fondamentali.
Continua a leggere...

mercoledì 28 settembre 2011

Bossi: «Non porteremo via i soldi ai pensionati». Monito per la Marcegaglia: «Si svegli».

di Martina Strazzeri
Il leader del Carroccio Umberto Bossi è tornato a parlare di pensioni, escludendo dei possibili «ritocchi» con i vari giornalisti presenti a Montecitorio: «Non vogliamo mica portare via i soldi ai pensionati per dargli agli imprenditori come dice Confindustria, siamo mica matti». Ieri sera, si è avuto un tavolo politico al quale si sono seduti il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi e Giulio Tremonti e vari sono stati i temi affrontati. Alla domanda dei giornalisti «ma Berlusconi e Tremonti ieri sera al vertice di Palazzo Grazioli hanno insistito?» , il capo della Lega ha così risposto: «No, anche loro vogliono bene ai poveracci». Poi Bossi ha espresso la sua in merito alle strategie adottate dagli imprenditori di oggi: «Una volta c'erano gli imprenditori che inventavano il lavoro.Oggi,sono invecchiati anche loro e quelli che lo inventano sono in Cina. Devono svegliarsi,non basta mettere i soldi ma idee.La Marcegaglia? Certo,anche lei». Inoltre, Bossi ha espresso la sua speranza che il governo possa raggiungere il 2013 ed ha concluso affermando: «Berlusconi e Tremonti sanno che va trovata una soluzione. Abbiamo cominciato a ragionare e creato un gruppo di lavoro».
Continua a leggere...

Paesi del G20: dar vita ad un piano-salva euro da 3.000 miliardi.

di Martina Strazzeri
Secondo le notizie fornite dal Sunday Times, i ministri delle finanze dei paesi del G20 hanno già iniziato a darsi da fare per la realizzazione di un piano salva-euro. Un piano per il quale si renderanno necessari tremila miliardi e che vedrà come scopo principale quello di ampliare il fondo europeo in vista di un default della Grecia i primi giorni del mese di novembre. Il piano sarebbe composto da tre punti essenziali: la ricapitalizzazione delle banche europee vulnerabili, il fondo di bailout da 440 miliardi alzato fino a tremila miliardi e il default pilotato della Grecia facendo rimanere il paese all’interno della Eurozona.
Continua a leggere...

Trichet: «La crescita dell'Italia non è in linea con le capacità complessive del paese».

di Martina Strazzeri
Jean Claude Trichet, presidente della Banca centrale europea, durante il corso di un'intervista rilasciata al "Corriere della Sera" ha detto: «Il potenziale dell'Italia è immenso, ma la crescita non è in linea con le capacità complessive del paese. Uno dei maggiori punti di forza è costituito dallo spirito imprenditoriale del paese, ma anche dalla capacità individuale e delle famiglie di fondare un'impresa». Poi Trichet ha lanciato la sua ricetta-salva Italia: «Serve un'azione diretta ad attuare riforme strutturali in grado di stimolare di più la crescita e aumentarne il potenziale, come l'introduzione di misure per liberalizzare le professioni, migliorare la flessibilita' del mercato del lavoro, l'istruzione e il training, per arrivare a catalizzare l' innovazione». Per quanto riguarda la monovra, ha aggiunto: «Approviamo tutte le azioni volte a liberare le forze produttive italiane. Inoltre, la Bce incoraggia il paese a continuare su questa linea e a fare tutto il possibile per consolidare l'avanzo primario e per raggiungere l'obiettivo del pareggio di bilancio entro il 2013». Ed infine è stato affrontato il tema della situazione in cui versa la Grecia: «E' necessaria l'attuazione completa e urgente delle decisioni sottoscritte dai 17 Paesi dell'euro il 21 luglio scorso. La chiave di tutto è nelle mani del governo greco, che deve adeguarsi ai provvedimenti in modo determinato, nell'interesse del popolo greco».
Continua a leggere...

Voto positivo del Senato per la chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari.

di Martina Strazzeri
Da parte del Senato c'è stato il voto positivo alla chiusura definitiva degli ospedali psichiatrici giudiziari. Questa decisione ha spianato la via ad una riforma del sistema della detenzione psichiatrica che, in data ancora da stabilire, porterà alla chiusura degli Opg. La risoluzione risulta essere la conseguenza delle attività di indagine che nei mesi precedenti sono state compiute dalla Commissione d'inchiesta sul Servizio sanitario nazionale, le quali si sono svelate fondamentali per constatare la grave situazione ai limiti della dignità umana e del degrado. Il Comitato Stop Opg ha spinto molto per la chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari, che ha espresso la sua opinione in merito al voto positivo del Senato: «E' una nuova tappa del faticoso percorso per abolire definitivamente gli Opg, ma il traguardo non è stato certo raggiunto. La risoluzione impegna il Governo a compiere alcuni atti verso gli Opg, che sono però dichiaratamente transitori, in attesa della loro chiusura definitiva».
Continua a leggere...

Andrea Orlando (Pd): «Berlusconi, ci sono tutti gli elementi per l'interdizione».

di Martina Strazzeri
Alla trasmissione de La 7 «Omnibus», è intervenuto Andrea Orlando (Pd) che ha espresso la sua opinione sul Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi in maniera molto schietta: «Per risolvere i problemi internazionali il premier usa Lavitola. Per risolvere i problemi diplomatici Berlusconi usa Nicole Minetti. Ci sono tutti gli elementi per l'interdizione, non per le dimissioni». Voi concordate con Orlando?
Continua a leggere...

Incidenti sul lavoro: due morti bianche in provincia di Caserta e nel Varesotto.

di Martina Strazzeri
Ancora incidenti sul lavoro. Ancora si verificano morti bianche. Due operai hanno perso la vita a causa di incidenti che hanno avuto sul posto di lavoro. Gli incidenti sono avvenuti rispettivamente in provincia di Caserta e nel Varesotto. Nella prima fattispecie, a Pignataro Maggiore, un uomo è deceduto poichè schiacciato da una pressa in uno stabilimento nel quale si producono isolanti termici ed acustici. Al contrario, a Casciago un operaio ha perso la vita in ospedale, dopo esser precipitato da sette metri in un cantiere edile. Quando si deciderà di investire sulla sicurezza?
Continua a leggere...

Berlusconi a don Pierino: «Ci sono molti ambienti che lavorano per distruggermi».

di Martina Strazzeri
Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, si è sfogato in un messaggio inviato a don Pierino Gelmini, il quale appartiene alla Comunità di Amelia, che ieri ha festeggiato i 32 anni di vita della fondazione a Mulino Silla. Ecco le parole del premier: «Governare l'Italia in mezzo alla crisi mondiale è particolarmente difficile, mentre ci sono molti ambienti, giudiziari, politici e giornalistici, che lavorano per distruggere, calunniare, sabotare invece che per costruire nel comune interesse della nostra Italia». Berlusconi non ha potuto prender parte alla celebrazione e ha detto: «Avrei davvero bisogno di essere con voi, di sentire da vicino il vostro entusiasmo e il vostro sostegno, in una fase politica nella quale governare l'Italia in mezzo alla crisi mondiale è particolarmente difficile, mentre ci sono molti ambienti, giudiziari, politici e giornalistici, che lavorano per distruggere, calunniare, sabotare invece che per costruire nel comune interesse della nostra Italia». E ancora: «Voi siete l'esempio di come si possa lavorare per il bene, anche in mezzo alle difficoltà e qualche volta alle persecuzioni, di come l'impegno costante, unito alla fede in Dio, possa fare veri e propri miracoli. E tutto questo attraverso una responsabilizzazione che ha reso gli ospiti della comunità davvero protagonisti di un lavoro comune». Ed infine, il premier ha affermato: «Ecco, è proprio questo richiamo allo spirito di responsabilità individuale, al grande valore e alle infinite potenzialità di ogni persona, che considero fondamentale, e che mi fa sentire molto vicino a voi per cultura e convinzioni profonde. Una vicinanza che resterà intatta anche per il futuro». Secondo voi, è davvero presente nel premier lo spirito di responsabilità individuale di cui parla nella lettera a don Pierino? A voi lettori, l'ardua sentenza.
Continua a leggere...

martedì 27 settembre 2011

Marcella Bella: indagata col marito per evasione fiscale di 2,5 milioni di euro.

di Martina Strazzeri
Se prima si parlava di evasione fiscale da parte della classe politica, ora riguarda anche lo scenario musicale. Marcella Bella, la celebre cantante 59enne, che ha raggiunto l'apice della sua carriera durante gli anni '70, risulta attualmente indagata per un'evasione fiscale che raggiunge la somma di 2,5 milioni di euro. E accanto a lei spuntano i nomi di altri 20 indagati nell'inchiesta condotta dai pm milanesi per una frode fiscale che in totale sfiorerebbe la somma di 450 milioni di euro. Tra gli indagati ci sono l'avvocato svizzero Fabrizio Pessina e guarda caso il marito della cantante, Mario Merello. Di fronte a queste indagini, la Bella ha risposto così: «La mia posizione fiscale è assolutamente regolare ed è stato già chiarito tutto con l'ufficio imposte. Non sono la prima e non sarò l'ultima ad essere indagata fiscalmente. Ma ho fiducia nei magistrati, sono sicura che chiariranno tutto». Staremo a vedere.
Continua a leggere...

Ad ottobre, sotto esame della Camera ddl «anti-burqa».

di Martina Strazzeri
Durante l'ultima settimana del mese prossimo, sarà sottoposto all'esame dell'Aula della Camera il ddl «anti-burqa». Souad Sbai, parlamentare Pdl ha affermato: «Sono molto contenta per questa decisione presa oggi dalla conferenza dei capigruppo di Montecitorio perchè l'Italia si metterà così al passo con il resto d'Europa dove è già vietato. E ancora: «Pensare a una donna con il burqa significa non pensare a una donna. E' ora di smetterla con segregazione della donna musulmana».
Continua a leggere...

Previsioni negative bookmaker stranieri: «Ore contate per il governo di Berlusconi».

di Martina Strazzeri
Ormai i commenti sul destino del nostro governo si sprecano e le previsioni negative dei bookmaker stranieri aumentano sempre più. Secondo gli allibratori, le possibilità per il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, di giungere al termine della legislatura salgono a 2.10 contro l'1.65 sul termine anticipato. Invece, si gioca a 1.72 la possibilità che gli italiani potranno recarsi alle urne prima della fine del mandato. Insomma, secondo i bookmaker è solo questione di «ore contate per il governo Berlusconi».
Continua a leggere...

Cicciolina is back! «Penso ad un partito degli onesti. Si sentirà parlare di me in politica».

di Martina Strazzeri
Ecco il ritorno di Cicciolina. L'ex pornostar, alla veneranda età di 60 anni, che le è valsa una pensione d'oro (3 mila euro mensili) per una sola legislatura passata in Parlamento, ha deciso di ributtarsi in politica e ha detto: «Intendiamo fondare un partito di tipo ottimista-futurista. Basta con i partiti del magna-magna, i voti pilotati, gli appalti e le corruzioni. Pensiamo a un partito degli onesti: antimilitarista e per i diritti dei deboli. Andrei fra la gente, come al tempo dei Radicali, ad ascoltare i problemi». E poi Ilona Staller è passata all'azione: «Vorrei diventare sindaco di Monza. Farei diventare Monza una città eccitante! Ne ha tutte le potenzialità. Per esempio, se si trasformasse la Villa Reale in un lussuoso Casinò arriverebbero soldi a palate per il comune». Ed ecco quello che più che un annuncio, sembra essere una minaccia per gli italiani: «Si sentirà ancora parlare di Cicciolina in politica».
Continua a leggere...

Napolitano: «Crescita economica del Paese? Impossibile, troppo divario tra Nord e Sud».

di Martina Strazzeri
In un tempo così travagliato da una crisi che sembra intaccare ogni campo, da quello lavorativo a quello economico, è giunto un ennesimo monito da parte del presidente della Repubblica. Secondo Giorgio Napolitano, «la principale incompiutezza dell'unificazione dell'Italia rimane il persistente divario tra Nord e Sud». Il capo dello Stato ha inoltre aggiunto: «La preoccupazione di fondo di un rilancio della crescita economica e sociale del Paese non può trovare uno sbocco effettivo in assenza di una strategia di valorizzazione del potenziale decisivo apporto delle risorse del Mezzogiorno a un nuovo più intenso e soddisfacente sviluppo nazionale».
Continua a leggere...

Bersani: «Chiediamo un cambio politico».

di Martina Strazzeri
Pier Luigi Bersani, alla presentazione del rapporto Actionaid in merito al problema della povertà, è tornato ad attaccare il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Ecco le parole pronunciate dal segretario del Pd: «Non abbiamo bisogno di ripetere ogni giorno che da mesi chiediamo un cambio politico: più che sull'inchiesta Tarantini io mi interrogo su cosa succede sulla crisi economica e finanziaria ma su questo dal governo non c'è risposta e questo è il problema». E infine, ha lanciato un'appello: «Chiedo di nuovo al premier di schiodarsi». Chi è d'accordo con Bersani?
Continua a leggere...

Emergenza rifiuti: Napoli presto messa in mora dall'Ue.

di Martina Strazzeri
Alla fine è arrivata. L'Ue ha già provveduto a redigere la lettera di messa in mora all'Italia per via dell'emergenza rifiuti a Napoli. Entro giovedì della prossima settimana la Commissione Ue prenderà una decisione e il nostro paese avrà a disposizione due mesi per reagire. Seguirà poi la Corte di Giustizia e le relative sanzioni.
Continua a leggere...

Berlusconi-Tarantini: premier indagato, Tarantini scarcerato e competenza passa a Bari.

di Martina Strazzeri
Colpo di scena! Nell'inchiesta condotta dai pm di Napoli circa il presunto ricatto ai danni di Berlusconi da parte di Tarantini, il premier sarebbe passato da testimone e parte offesa ad indagato poichè avrebbe obbligato Tarantini a riferire il falso ai pm. Così durante il corso della notte, si è avuta la scarcerazione di Tarantini, il quale ha riferito ai giornalisti lì presenti: «Voglio solo andare a casa e abbracciare le mie bambine». Inoltre, è stata risolta anche la questione della competenza territoriale: infatti, è stata accertata la competenza della procura della Repubblica di Bari. Insomma, la vicenda sembra farsi sempre più spinosa.
Continua a leggere...

Bagnasco: «Chi è in politica, deve comportarsi con sobrietà». Chi lo dice al premier?

di Martina Strazzeri
Il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, durante la Conferenza Italiana Episcopale, ha espresso la sua opinione in merito allo scenario (disastroso) della politica italiana. Il riferimento (indiretto) al nostro premier non poteva mancare, ecco le parole di Bagnasco: «Davanti a racconti che, se comprovati, a livelli diversi rilevano stili di vita difficilmente compatibili con la dignità delle persone e il decoro delle istituzioni e della vita pubblica». E ancora: «Certi comportamenti non solo contrari al pubblico decoro ma intrinsecamente tristi e vacui». Secondo il cardinale, ci sarebbe bisogno di una ventata di freschezza, per evitare che anche le generazioni future possano comportarsi alla medesima maniera. Inoltre «chi sceglie la militanza politica, deve essere consapevole della misura e della sobrietà, della disciplina e dell'onore che comporta, come anche la nostra Costituzione ricorda». Ecco forse al riguardo la nostra classe politica non risulta essere fedele a tali principi. E di esempi ce ne sarebbero tanti, forse anche troppi. Per quanto concerne la situazione economica, il presidente della Cei ha detto: «C'è la necessità di un patto intergenerazionale che, considerando anche l'apporto dei nuovi italiani, sia in grado di raccordare fisco, previdenza e pensioni avendo come volano un'efficace politica per la famiglia». E infine ha affrontato il tema del lavoro: «La situazione del lavoro, la disoccupazione, il precariato, l'inattività di molti giovani: sono un nostro assillo costante. Il lavoro è un diritto-dovere iscritto nell'ordine creaturale, e dunque la società ha l'obbligo di porre le condizioni perchè esso possa esplicarsi per tutti. La dignità della persona passa per il lavoro riconosciuto nella sua valenza sociale».
Continua a leggere...

Ddl intercettazioni, Antonio Di Pietro: «Garantita impunità ai delinquenti».

 di Martina Strazzeri
Di fronte ad un presidente del Consiglio e al suo governo che spinge per un nuovo ddl finalizzato a vietare le intercettazioni, assicurando così riparo per molti che non hanno proprio la coscienza pulita e ad una norma volta a togliere la libertà di espressione e parola al mondo del web, Antonio Di Pietro ha espresso la sua opinione in merito: «Una volta approvata la legge bavaglio, infatti, i gestori dei siti e dei blog saranno obbligati a rettificare qualsiasi dichiarazione, qualsiasi commento, qualsiasi affermazione se qualunque soggetto che si ritiene leso lo chieda». Secondo il leader dell'Idv, di fronte a queste nuove misure è come se ci fosse un ritorno al passato, un passato fatto di divieti e limitazioni alle proprie libertà personali. E per fortuna che siamo una democrazia. Anche se qualcuno, cioè Scalfaro, ha detto che è morta e sepolta da tanto tempo.
Continua a leggere...

Proposta di legge deputato Pd: «Fissare a tre il numero dei mandati parlamentari».

 di Martina Strazzeri
E' stata presentata alla Camera da parte di un giovane deputato del Pd, Dario Ginefra, una proposta di legge concernente la fissazione di un numero massimo di mandati parlamentari (tre). Tanti sono stati i primi firmatari: Francesco Boccia, Stefano Esposito, Paola De Micheli, Antonio Boccuzzi, Alessia Mosca, Pier Francesco Recchia. Ma anche Peluffo, Mogherini, Bobba, Murer, Bossa, Gozi, Marmo, Laratta, Rubinato, Tidei, Concia, Russo, Pizzetti, Sbrollini, Pes, Portas, Viola. E ancora: i deputati Strizzolo, Siragusa, Vaccaro, Brandolini, De Torre, tutti del PD, e Zazzera dell'IDV. Ginefra ha riferito che di questa proposta non si sente parlare per la prima volta, visto che il principio in questione risulta menzionato nell'articolo 22 dello Statuto Nazionale del Pd. Ha aggiunto Ginefra: «L'istituzionalizzazione di quel principio dovrebbe rappresentare un progetto condiviso da tutti gli iscritti ed elettori del Pd, a meno che non si ritenga il nostro Statuto lettera morta derogabile all’occorrenza». E poi l'immancabile paragone con gli USA, dove la classe politica si è rinnovata, evoluta e cambiata. Da noi invece, i giovani parlamentari sono pressochè inesistenti e i nostri politici non intendono lasciare la poltrona. Forse con un cambiamento radicale della classe dirigente, si potrebbe anche pensare ad un futuro diverso e migliore per il nostro paese, che ogni giorno che passa perde sempre più punti all'interno dello scenario europeo, per non parlare poi di quello internazionale.
Continua a leggere...

lunedì 26 settembre 2011

Colpo a cellule internazionali traffico, 29 arresti

E' in corso un'operazione della Guardia di Finanza di Lecce, in collaborazione con lo Scico di Roma, nei confronti di due cellule dedite al traffico internazionale di stupefacenti, con 29 ordini di arresto in via di esecuzione in varie province d'Italia, tra cui Lecce, Bari, Brindisi, Napoli, Milano e Torino.
L'indagine ha permesso di individuare un ramo italo-albanese ed un altro italo-marocchino del traffico di droga. Le accuse, per gli arrestati, sono, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di droga, nonche' di importazione, detenzione e vendita di sostanze stupefacenti. I provvedimenti sono stati chiesti dalla Direzione distrettuale antimafia di Lecce al termini di complesse indagini, durante le quali la Guardia di Finanza ha anche sequestrato 684 kg di marijuana, 64 kg di hascisc, 5 kg di eroina e oltre 1 kg di cocaina, oltre ad un gommone, e a 264 cartucce per kalashikov.

Ansa
Continua a leggere...

domenica 25 settembre 2011

Governo: Alemanno, governo va avanti

''L'emergenza che stiamo vivendo obbliga il Governo in carica, a proseguire nella sua azione, mentre il clima politico avvelenato in cui stiamo vivendo impedisce di ipotizzare esecutivi tecnici, governi di 'larghe intese' o prematuri scontri elettorali. Nei momenti di emergenza, piu' che ragionare su cambi di governo, occorre concentrarsi sulle cose che servono realmente al Paese''. Lo ha detto il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, nell'intervento alla convention dai circoli Nuova Italia.

Ansa
Continua a leggere...

Bersani, pronti ad esecutivo emergenza

''Ci aspettano scelte difficili e sempre piu' difficili per ogni giorno che passa senza un cambiamento''. Cosi' il segretario del Pd Pier Luigi Bersani torna a ribadire che ''il Pd, nel segno dell'equita' e della crescita, e' pronto a prendersi le sue responsabilita' a sostegno di un governo di emergenza e di transizione''.

Ansa
Continua a leggere...

sabato 24 settembre 2011

Appalti, inchiesta G8: a giudizio Bertolaso, Anemone e Balducci

Il gup del Tribunale di Perugia Claudia Matteini ha rinviato a giudizio 18 dei 19 imputati nell'inchiesta per gli appalti del G8. A giudizio andranno anche l'ex capo della Protezione Civile Guido Bertolaso, che dovra' rispondere di corruzione, l'impreditore Diego Anemone e l'ex presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici Angelo Balducci. 
L'unico degli indagati ad essere stato prosciolto e' Francesco Alberto Covello. Il processo per Guido Bertolaso, Diego Anemone, Angelo Balducci e altri 15 imputati rinviati a giudizio iniziera' il 23 aprile. Il gup ha poi confermato i reati ipotizzati fra i quali, a vario titolo, corruzione e associazione per delinquere.
''Prendo atto della decisone del gup - commenta Bertolaso -. I miei legali mi dicono che la prima udienza del processo sara' a fine aprile del 2012, cioe' fra sette mesi. Il che significa che dovro' attendere anni per avere quella giustizia che oggi mi e' stata negata alla luce di tutte le prove documentali che ho fornito anche nei giorni scorsi a Perugia''.
''Noto al contrario -spiega l'ex capo della Protezione Civile - che il processo in corso a L'Aquila per la commissione grandi rischi si sta svolgendo con sorprendente velocita', tanto che sono state fissate udienze con cadenza settimanale. Sembra quasi che la velocita' dei due processi sia legata alla diversa capacita' e soprattutto volonta' di dimostrare accuse che comunque sono assolutamente tutte da provare. E che nel mio caso -taglia corto Bertolaso- non hanno assolutamente ragion d'essere''.
          
                                                                                                                                                ANSA
Continua a leggere...

Calderoli,Marcegaglia come sul Titanic

''Marcegaglia, opposizioni e direttori di quotidiani e tv: mi sembra di vedere l'orchestra che continua a suonare sul Titanic che sta andando contro l'iceberg. Qualcuno anche allora si salvo' e noi abbiamo tutte le intenzioni di farlo''. Il ministro Roberto Calderoli, interpellato telefonicamente dall'Ansa,commenta le parole della presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia. ''Noi l'iceberg lo abbiamo visto e abbiamo le idee ben chiare su come evitarlo e su chi si salvera' ''.
                                                                                            ANSA
Continua a leggere...

Papa incontra vittime di abusi

Benedetto XVI ha incontrato a Erfurt un gruppo di vittime di abusi sessuali commessi da sacerdoti e impiegati ecclesiali, due donne e tre uomini, provenienti da varie zone della Germania. Il pontefice, "commosso e fortemente scosso dalla sofferenza delle vittime"- ha riferito la Santa Sede- ha "espresso la sua profonda compassione e il suo profondo rammarico'',assicurando che "a quanti hanno responsabilità nella Chiesa sta molto a cuore'' affrontare ''tutti i crimini di abuso. 
                                                                                                                                                                                                                                                                  ANSA
Continua a leggere...

giovedì 22 settembre 2011

Trasporto: confronto regioni-governo

Il rinvio alla prossima settimana del confronto tra Governo, Regioni e Comuni sul destino del trasporto pubblico locale potrebbe essere interpretato da alcuni come il tentativo molto italiano di rimandare tutto alle solite calende greche. Ma in realta', oggi, al Ministero delle Regioni i volti dei protagonisti del duro braccio di ferro che ha mandato di traverso l'estate a piu' di un governatore hanno mostrato qualche segno di soddisfazione.


                                                                                                                                               ANSA
Continua a leggere...

Scalfaro, la democrazia e' defunta

 




 ''Oggi guardare il Parlamento e' una desolazione gravissima. Oggi purtroppo si puo' sostenere che la democrazia e' defunta e defunta malamente''. L'analisi impietosa e' di Oscar Luigi Scalfaro ed e' un passaggio della videointervista realizzata da Stefano Rodota' che sara' trasmessa stasera per la prima giornata del Festival del Diritto. ''Se il Parlamento e' vivo la democrazia e' certa, se il Parlamento e' povero o pezzente, come oggi, allora c'e' da dubitare che ci sia democrazia''.

                                                                                                                                         ANSA
Continua a leggere...

Welcome to my blog!

Benvenuti!
Continua a leggere...

© 2015 Diritto di Polemica